Guida Blu: il nuovo approccio per la sicurezza e la qualità dei prodotti | Ingegneri.info

Guida Blu: il nuovo approccio per la sicurezza e la qualità dei prodotti

Punto di riferimento per operatori e consumatori, la Guida Blu della Commissione Europea rappresenta lo strumento per applicare correttamente la normativa di settore nel mercato unico garantendo alti standard di sicurezza e qualità dei prodotti

guida blu
image_pdf

Da sempre punto di riferimento per gli operatori non solo economici ma anche per i consumatori, la Guida Blu della Commissione Europea rappresenta oramai da circa vent’anni lo strumento per la corretta applicazione della normativa di settore all’interno del mercato unico e garantire elevati standard di sicurezza e di qualità dei prodotti.

Il commento alla guida Blu è disponibile qui 

La legislazione dell’UE sui prodotti si è evoluta in quattro fasi principali:

  1. l’approccio tradizionale, o “vecchio approccio”, con testi dettagliati contenenti tutti i necessari requisiti tecnici e amministrativi;
  2. il “nuovo approccio”, formulato nel 1985, che limitava il contenuto della legislazione a “requisiti essenziali” lasciando la definizione dei dettagli tecnici a norme armonizzate europee;
  3. lo sviluppo di strumenti per la valutazione della conformità, resi necessari dall’attuazione dei vari atti di armonizzazione dell’Unione, del nuovo e del vecchio approccio;
  4. il “nuovo quadro legislativo”, che ha visto la sua origine sia con il Regolamento comunitario del 9 luglio 2008, n.765 che con la Decisione del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 luglio 2008, n.768. Si completa, in questo modo, il quadro legislativo generale con tutti gli elementi necessari ai fini dell’efficacia in termini di valutazione della conformità, accreditamento e vigilanza del mercato, ivi compreso il controllo dei prodotti provenienti da paesi extra-UE.

In buona sostanza, l’introduzione di una politica generale sulla vigilanza del mercato, favorendo lo spostamento di attenzione sulla definizione dei requisiti stessi dei prodotti, ha favorito l’istituzione dei principi generali della marcatura CE e ha chiarito, nel dettaglio, quali fossero le responsabilità delle varie autorità nazionali.

Leggi anche La marcatura CE dei prodotti da costruzione passo dopo passo

La Guida si occupa di prodotti industriali, non alimentari e non agricoli, di prodotti destinati all’utilizzo da parte di consumatori o professionisti, della Direttiva 2001/95/CE sulla sicurezza generale dei prodotti – DSGP – e della legislazione dell’Unione in materia di veicoli a motore, prodotti da costruzione, REACH(Registration, Evaluation, Authorisation of Chemicals), sostanze chimiche.

La DSGP, in particolare, rappresenta una direttiva di grande rilevanza in quanto ha risposto all’esigenza di garantire a tutti i prodotti di consumo non coperti da una specifica normativa di armonizzazione dell’UE un elevato livello di sicurezza andando ad integrare la legislazione settoriale. La Direttiva, oltre a imporre ai produttori l’obbligo di immettere sul mercato solo prodotti sicuri, contiene anche disposizioni in materia di sorveglianza del mercato volte a tutelare la salute e la sicurezza dei consumatori.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Guida Blu: il nuovo approccio per la sicurezza e la qualità dei prodotti Ingegneri.info