Il coordinatore esecuzione lavori e' responsabile della sicurezza in cantiere? | Ingegneri.info

Il coordinatore esecuzione lavori e’ responsabile della sicurezza in cantiere?

wpid-821_cantieri.jpg
image_pdf

La responsabilità del coordinatore esecuzione lavori nel verificare l’effettiva predisposizione dei dispositivi per la sicurezza in un cantiere edile è oggetto di una recente sentenza della Cassazione Penale

di Raffaele Guariniello

Il coordinatore esecuzione lavori è responsabile della sicurezza in cantiere? Nel caso ora esaminato (Cassazione penale sez. fer., 1° settembre 2014, n. 36510, Presidente Bianchi – Estensore Capozzi – P.M. (Parz.diff.) Baldi – Ric. Caporale e altri), per l’infortunio occorso a un dipendente di un’impresa nell’ambito di un cantiere edile, furono imputati, oltre che il datore di lavoro dell’infortunato e il capo cantiere, il coordinatore per l’esecuzione dei lavori.

LEGGI ANCHE ‘LE RESPONSABILITÀ DEL DIRETTORE LAVORI LIBERO PROFESSIONISTA’

Nel caso esaminato dalla Corte Suprema, l’imputato lamenta che i magistrati di merito, “dopo aver condiviso principi di legittimità in ordine ai compiti ed ai doveri del coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione dei lavori, hanno tratto una conclusione del tutto contraddittoria stabilendo – in presenza delle segnalazioni delle inadeguatezze effettuate dall’imputato – che, pur non essendovi un obbligo di vigilanza quotidiana, tuttavia l’imputato doveva verificare l’effettiva e tempestiva predisposizione degli appositi dispositivi.”

La Sezione feriale della Cassazione  Penale ribatte che “il coordinatore per l’esecuzione dei lavori ha non soltanto compiti organizzativi e di raccordo tra le imprese che collaborano alla realizzazione dell’opera, ma deve anche vigilare sulla corretta osservanza delle prescrizioni del piano di sicurezza”; ed esclude che “la sola segnalazione all’impresa esecutrice in ordine alle inadeguatezze dei ponteggi rispetto ai pericoli di caduta dall’alto, esauriva gli obblighi gravanti nei suoi confronti, dovendosi ricomprendere anche quello della verifica dell’effettiva e tempestiva predisposizione dei dispositivi idonei ad evitare la caduta degli oggetti dall’alto, nei tempi dallo stesso indicati, e dunque prima dell’accesso degli operai.”

Per approfondire la posizione di garanzia del coordinatore per l’esecuzione dei lavori vedi IL TESTO UNICO SICUREZZA SUL LAVORO COMMENTATO CON LA GIURISPRUDENZA DI RAFFAELE GUARINIELLO – Ipsoa Indicitalia – 2014

Fonte: ISL – Igiene e Sicurezza del Lavoro, n. 10 / 2014

L’autore

Raffaele Guariniello

Coordinatore del Gruppo Sicurezza del lavoro e tutela del consumatore alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino,  Raffaele Guariniello è magistrato esperto di livello nazionale sui temi della sicurezza del lavoro, collabora con Ipsoa per la rivista “ISL. Igiene & Sicurezza del Lavoro”.

Riferimenti Editoriali

Il Testo Unico sicurezza sul lavoro commentato con la giurisprudenza

Integrato con i commenti al Codice penale (artt. 434, 437, 449, 575, 582, 589, 590)

L’applicazione del Tu sicurezza sul lavoro comporta obblighi e responsabilità per chi ha compiti e ruoli di rilievo in azienda o sul cantiere: professionista, rspp, aspp, datore di lavoro – È essenziale allora conoscere le decisioni prese dalla magistratura su casi concreti in tema di sicurezza. Il volume, aggiornato al mese di aprile con la sentenza delle Sezioni Unite pronunciata il 24 aprile 2014 nel processo ThyssenKrupp, è dunque uno strumento pratico per gli operatori della sicurezza che cercano orientamenti e risposte a questioni concrete. L’autore ha selezionato la giurisprudenza della Corte di Cassazione in tema di sicurezza del lavoro, sintetizzando casi pratici e relative decisioni con un linguaggio chiaro e attento alle esigenze dei tecnici.

Autore: Raffaele Guariniello   •   Editore: Ipsoa – Indicitalia   •   Anno: 2014

Vai all’approfondimento tematico

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Il coordinatore esecuzione lavori e’ responsabile della sicurezza in cantiere? Ingegneri.info