Incentivi Isi 2014, dall'Inail il nuovo bando | Ingegneri.info

Incentivi Isi 2014, dall’Inail il nuovo bando

News

wpid-884_sicurezzalavoro.jpg
image_pdf

Inail pubblica il bando “Incentivi Isi 2014” destinato alle imprese che vogliono migliorare le condizioni di salute e sicurezza sul lavoro. Dal 3 marzo via alle domande

di Giorgio Tacconi

Inail ha comunicato l’avviso pubblico (G.U. del 19 dicembre 2014) di un bando Incentivi Isi 2014, che assegna finanziamenti a progetti di investimento per migliorare le condizioni di salute e sicurezza sul lavoro o per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

Soggetti destinatari dei contributi sono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale e iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura. Le imprese possono presentare un solo progetto per una sola unità produttiva.

Il bando mette a disposizione oltre 267 milioni di euro a titolo di contributi a fondo perduto. Il singolo contributo, in conto capitale, è pari al 65% delle spese sostenute dall’impresa per la realizzazione del progetto, al netto di Iva. Il contributo massimo erogabile è pari a 130.000 euro.

Il contributo minimo ammissibile è pari a € 5.000. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di contributo.
L’incentivo Isi è distribuito in bandi regionali in funzione del numero dei lavoratori e dell’indice di gravità degli infortuni rilevato sul territorio, sarà assegnato fino all’esaurimento delle risorse, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande di partecipazione ed è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito, come quelli gestiti dal Fondo di garanzia delle Pmi e da Ismea.

La domanda deve essere presentata in modalità telematica, dal 3 marzo al 7 maggio 2015, sul sito Inail – Servizi on line, con successiva conferma tramite Posta Elettronica Certificata, come specificato negli Avvisi regionali.

L’autore

Giorgio Tacconi

Nato a Milano nel 1956, laureato in giurisprudenza, svolge come libero professionista attività di comunicazione, informazione e consulenza tecnico-giuridica in tema di sicurezza negli ambienti di lavoro, tutela dell’ambiente e sostenibilità, responsabilità sociale d’impresa. Ha collaborato come autore di testi, siti e banche dati con Cedis, McGrawHill, Eco-comm, De Agostini, Rcs, Conde Nast, LifeGate, Sistemi Editoriali, Giappichelli.

 

Riferimenti Editoriali

Il Testo Unico sicurezza sul lavoro commentato con la giurisprudenza

 

L’applicazione del Tu sicurezza sul lavoro comporta obblighi e responsabilità per chi ha compiti e ruoli di rilievo in azienda o sul cantiere: professionista, rspp, aspp, datore di lavoro – È essenziale allora conoscere le decisioni prese dalla magistratura su casi concreti in tema di sicurezza. Il volume, aggiornato al mese di aprile con la sentenza delle Sezioni Unite pronunciata il 24 aprile 2014 nel processo ThyssenKrupp, è dunque uno strumento pratico per gli operatori della sicurezza che cercano orientamenti e risposte a questioni concrete. L’autore ha selezionato la giurisprudenza della Corte di Cassazione in tema di sicurezza del lavoro, sintetizzando casi pratici e relative decisioni con un linguaggio chiaro e attento alle esigenze dei tecnici.

Autore: Raffaele Guariniello   •   Editore: Ipsoa – Indicitalia   •   Anno: 2014

Vai all’approfondimento tematico

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Incentivi Isi 2014, dall’Inail il nuovo bando Ingegneri.info