Infortunio sul lavoro e processo penale: cosa dice il Tusl? | Ingegneri.info

Infortunio sul lavoro e processo penale: cosa dice il Tusl?

Il Testo unico sicurezza sul lavoro chiarisce i diritti del lavoratore che ha subito infortunio di costituirsi parte civile nel processo penale

wpid-25631_chimicatossico.jpg
image_pdf

Il lavoratore che abbia subito un infortunio sul lavoro ha sempre il diritto di costituirsi parte civile nel processo contro l’imputato, diritto riconosciuto alla persona offesa dal reato dai principi generali del processo penale.

Ma c’è di più. In nome del forte interesse generale che caratterizza i temi della salute e della sicurezza sul lavoro, il Testo unico sicurezza sul lavoro (Tusl) prevede sul punto una vera e propria legittimazione pubblica. Dispone infatti l’art. 61 del Tusl medesimo:

“In caso di esercizio dell’azione penale per i delitti di omicidio colposo o di lesioni personali colpose, se il fatto è commesso con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro o relative all’igiene del lavoro o che abbia determinato una malattia professionale, il pubblico ministero ne da’ immediata notizia all’Inail ed all’Ipsema, in relazione alle rispettive competenze, ai fini dell’eventuale costituzione di parte civile e dell’azione di regresso.

Le organizzazioni sindacali e le associazioni dei familiari delle vittime di infortuni sul lavoro hanno facoltà di esercitare i diritti e le facoltà della persona offesa di cui agli articoli 91 e 92 del codice di procedura penale, con riferimento ai reati commessi con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro o relative all’igiene del lavoro o che abbiano determinato una malattia professionale“.

Leggi di più sul tema ‘Sicurezza sul lavoro’ sullo Speciale sicurezza di Ingegneri.info

L’autore


Roberto Codebo’

Avvocato e giornalista pubblicista. Inizia la sua carriera professionale specializzandosi in consulenze in materia di gare e appalti pubblici. Passa poi ad articoli, corsi e altre quotidiane pubblicazioni in materia di salute e sicurezza dei lavoratori, attività che si colloca al centro rispetto a professione forense e attività giornalistiche vere e proprie. Tra queste ultime spicca oggi la rubrica “Fuori udienza” per Zipnews.it dedicata all’attualità giudiziaria e non solo, punta di diamante di un’attività di inviato legata non soltanto alla cronaca giudiziaria, ma anche ai reportage di viaggio – sempre su Zipnews.it, firma la rubrica “Globetrotter” – e alle corrispondenze sportive.

Riferimenti Editoriali


Il Testo Unico sicurezza sul lavoro commentato con la giurisprudenza

L’applicazione del Tu sicurezza sul lavoro comporta obblighi e responsabilità per chi ha compiti e ruoli di rilievo in azienda o sul cantiere: professionista, rspp, aspp, datore di lavoro – È essenziale allora conoscere le decisioni prese dalla magistratura su casi concreti in tema di sicurezza. Il volume, aggiornato al mese di aprile con la sentenza delle Sezioni Unite pronunciata il 24 aprile 2014 nel processo ThyssenKrupp, è dunque uno strumento pratico per gli operatori della sicurezza che cercano orientamenti e risposte a questioni concrete. L’autore ha selezionato la giurisprudenza della Corte di Cassazione in tema di sicurezza del lavoro, sintetizzando casi pratici e relative decisioni con un linguaggio chiaro e attento alle esigenze dei tecnici.

Autore:   •   Editore: Ipsoa – Indicitalia   •   Anno:

Vai all’approfondimento tematico

Copyright © - Riproduzione riservata
Infortunio sul lavoro e processo penale: cosa dice il Tusl? Ingegneri.info