La specificità dei requisiti nei bandi di gara limita la concorrenza? | Ingegneri.info

La specificità dei requisiti nei bandi di gara limita la concorrenza?

Il Consiglio di Stato risponde alla domanda su come la specificità dei requisiti richiesti dal bamdo di gara possa restringere la concorrenza dei partecipanti

laboratorio di ricerca nazionale del Gran Sasso
image_pdf

Con la sentenza n. 9 di inizio gennaio, il Consiglio di Stato ritiene legittima la richiesta di specifici e rigorosi requisiti per la partecipazione alla procedura di gara per l’affidamento del servizio di contrasto agli incendi nel laboratorio di ricerca nazionale del Gran Sasso, anche se ne possa derivare una restrizione della concorrenza.

Nel testo della sentenza si osserva come i bandi di gara possono prevedere requisiti di capacità particolarmente rigorosi, purché non siano discriminanti e abnormi rispetto alle regole proprie del settore, giacché rientra nella discrezionalità dell’Amministrazione aggiudicatrice di fissare requisiti di partecipazione ad una singola gara anche molto rigorosi e superiori a quelli previsti dalla legge.

Ed infatti, per il principio di adeguatezza e proporzionalità nell’azione amministrativa, le credenziali e le qualificazioni pregresse devono essere attentamente congrue rispetto all’oggetto del contratto. Questo assicura non solo un efficiente risultato del contratto ma anche la tutela dell’interesse alla buona amministrazione mediante l’esternalizzazione del servizio.

In buona sostanza, tanto più il contratto da affidare è particolare, tanto più il livello dei requisiti da richiedere in concreto deve essere particolare.

Sempre in ragione del criterio dell’adeguatezza, stavolta congiunto a quello della necessarietà, tali particolari requisiti vanno parametrati all’oggetto complessivo del contratto di appalto ed essere riferiti alle sue specifiche peculiarità, ciò per valutare la corrispondenza effettiva e concreta alla gara medesima, specie con riferimento a quei requisiti che esprimono la capacità tecnica dei concorrenti.

Nel caso di specie, la richiesta di specifici requisiti appare giustificata in ragione della peculiarità del servizio di contrasto agli incendi da affidare, relativo al laboratorio nazionale del Gran Sasso, che è un laboratorio di ricerca sotterraneo (il più grande del mondo), dedicato allo studio della fisica delle particelle.

Si trova a circa 1000 m di altitudine ed è in parte situato all’esterno ed in parte è sotterraneo, con al di sopra 1.400 metri di roccia del massiccio più alto degli Appennini, con accesso nella parte sotterranea direttamente dal tunnel dell’autostrada A24 Roma – L’Aquila – Teramo.

La collocazione, il tipo di esperimenti svolti nel campo dell’astrofisica, nel rilevamento delle particelle e nella ricerca della materia oscura ed ancor più le apparecchiature in dotazione, come particolari ascensori e macchinari per il condizionamento ed il pompaggio dell’aria, fanno del laboratorio del Gran Sasso un unicum che ragionevolmente giustifica e rende congrua la richiesta di requisiti più che specifici per l’affidamento dell’indicato servizio di contrasto agli incendi.

Copyright © - Riproduzione riservata
La specificità dei requisiti nei bandi di gara limita la concorrenza? Ingegneri.info