La Tavola vibrante per la sicurezza antisismica | Ingegneri.info

La Tavola vibrante per la sicurezza antisismica

wpid-3042_medium.jpg
image_pdf

Una “tavola vibrante” che simula scosse sismiche, per studiare l’impatto di un terremoto su edifici e infrastrutture. E’ questa l’idea sviluppata avanti da ricercatori della facoltà di Ingegneria civile dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Il progetto, presentato il 20 luglio in un convegno a Modena, è stato aperto a partner pubblici e privati in vista della realizzazione, che dovrebbe avvenire nel giro di qualche anno.

La Tavola vibrante fornirà parametri di sicurezza per la progettazione edile antisismica. «Gli studi compiuti dal mio staff – ha spiegato Angelo Marcello Tarantino, curatore del progetto e docente di Scienza delle costruzioni – hanno portato a un miglioramento delle caratteristiche tecniche rispetto ad altri esemplari esistenti, permettendo di ideare una macchina che può calcolare qualsiasi effetto dinamico su strutture e infrastrutture civili».

Il convegno tenutosi oggi pomeriggio presso l’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria, durante il quale è stato presentato il progetto “Tavola Vibrante” curato dal Corso di Laurea in Ingegneria Civile dell’Università di Modena e Reggio Emilia.”La realizzazione di un centro per il calcolo degli effetti sismici su strutture e infrastrutture civili — sottolinea Piacentini — rappresenta una significativa opportunità di crescita per le imprese del settore costruzioni di Modena e provincia, ma anche per le altre realtà imprenditoriali italiane del comparto, che potranno avvalersi di strumenti e competenze altamente qualificanti da applicare alle proprie attività”.

Copyright © - Riproduzione riservata
La Tavola vibrante per la sicurezza antisismica Ingegneri.info