L’infortunio sul lavoro e l’infortunio in itinere: definizione e responsabilità del datore di lavoro | Ingegneri.info

L’infortunio sul lavoro e l’infortunio in itinere: definizione e responsabilità del datore di lavoro

Definizione, effetti sul rapporto di lavoro e responsabilità del datore di lavoro al configurarsi di un infortunio sul lavoro alla luce del Testo unico sicurezza sul lavoro

image_pdf

L’infortunio sul lavoro è un sinistro che prevede un risarcimento in caso di incidente violento dal quale derivi la morte e l’inabilità permanente o assoluta del lavoratore.
Deve considerarsi:
– inabilità permanente assoluta la conseguenza di un infortunio che tolga completamente e per tutta la vita l’attitudine al lavoro;
– inabilità permanente parziale la conseguenza di un infortunio che diminuisca in misura superiore al 10% e per tutta la vita l’attitudine al lavoro;
– inabilità temporanea assoluta la conseguenza di un infortunio che impedisca totalmente e di fatto per più di tre giorni di attendere al lavoro.

Infortunio “in itinere”

Una tipologia di infortunio sul lavoro è la fattispecie di infortunio in itinere, per tale intendendosi l’infortunio occorso al lavoratore nel raggiungere o rientrare dal posto di lavoro.
Ed infatti la giurisprudenza della Corte di cassazione ha ritenuto che l’infortunio “in itinere” possa considerarsi “infortunio sul lavoro” purchè:
– sussista un nesso tra l’itinerario seguito e l’attività lavorativa nel senso che il primo non sia stato percorso per ragioni meramente personali;
– in caso di infortunio occorso durante l’uso di veicolo privato, l’uso di tale mezzo sia stato imposto dalla inadeguatezza di altri mezzi di locomozione.
Di contro la giurisprudenza ha escluso che sussistesse la fattispecie dell’infortunio sul lavoro in caso di infortunio occorso:
– al lavoratore che si sia infortunato nell’andare a trovare, tornando dal lavoro, i familiari residenti in luogo diverso da quello ove sorge l’unità produttiva alla quale il lavoratore è addetto;
– al lavoratore che si sia infortunato durante o al rientro da uno sciopero;
– al lavoratore in trasferta che si sia infortunato durante il percorso necessario per recarsi dal luogo di svolgimento dell’attività lavorativa all’albergo nel quale soggiorna durante le pause dell’attività stessa, e da lui liberamente scelto.

Effetti sul rapporto di lavoro

L’infortunio sul lavoro produce sul rapporto di lavoro i medesimi effetti che comportano sia l’infortunio non sul lavoro sia la malattia comune.

Responsabilità civile del datore di lavoro

Dall’infortunio sul lavoro può ricadere a carico del datore di lavoro una responsabilità penale (omicidio colposo, lesioni colpose) e/o una responsabilità civile la quale si concretizza nell’obbligo di risarcire i danni patiti dal lavoratore infortunato.
In merito a quest’ultima è bene tuttavia sottolineare che l’assicurazione obbligatoria gestita dall’INAIL esonera il datore di lavoro dalla responsabilità civile per gli infortuni sul lavoro.

Scarica il modulo Comunicazione dell’infortunio sul lavoro messo a disposizione da Tutto Sicurezza e Ambiente

Leggi anche: Infortunio sul lavoro e processo penale: cosa dice il Tusl?

Copyright © - Riproduzione riservata
L’infortunio sul lavoro e l’infortunio in itinere: definizione e responsabilità del datore di lavoro Ingegneri.info