Mitigazione del rischio sismico per le scuole: destinati 1.058 milioni | Ingegneri.info

Mitigazione del rischio sismico per le scuole: destinati 1.058 milioni

La mitigazione del rischio sismico passa dalle scuole: ecco i fondi per gli interventi di adeguamento sugli edifici scolastici e l'elenco dei Comuni che ne beneficeranno

Mitigazione del rischio sismico per l'edilizia scolastica
image_pdf

La mitigazione del rischio sismico passa dalle scuole, un assunto che pare sia stato compreso e applicato grazie allo stanziamento di 1.058 milioni di euro per l’adeguamento sismico e la sicurezza nell’edilizia scolastica.

E’ stato infatti pubblicato il supplemento ordinario n.9 della G.U.  del 20 febbraio il Decreto MIUR del 21 dicembre 2017 n.1007 che individua gli enti beneficiari di cui all’art. 1 comma 140 della legge n. 232/2016 “ Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019” relativamente agli interventi di messa in sicurezza e di adeguamento sismico degli edifici scolastici.

L’elenco completo dei beneficiari è stato pubblicato in G.U. ed è disponibile per il download in fondo a questo articolo.

Mentre qui di seguito chiariamo alcuni dubbi che possono sorgere sul tema.

Quanto tempo hanno i Comuni per approvare le progettazioni esecutive degli interventi di adeguamento sismico nelle scuole?

I Comuni hanno ora 18 mesi di tempo (fino al 20 agosto 2019) per approvare le progettazioni esecutive degli interventi e ad effettuare l’aggiudicazione dei lavori almeno in via provvisoria.

Quale documentazione deve essere prodotta ai fini della progettazione degli interventi di adeguamento sismico nelle scuole?

Deve essere redatta la progettazione esecutiva.

I lavori di mitigazione del rischio sismico nelle scuole devono essere aggiudicati?

Si, almeno in via provvisoria.

Quale priorità seguiranno i finanziamenti per gli interventi di adeguamento sismico nelle scuole?

  1. Interventi di adeguamento sismico;
  2. Interventi di nuova costruzione per sostituzione degliedifici esistenti (dopo un’analisi di costi-benefici);
  3. Interventi finalizzati all’ottenimento del certificato di agibilità delle strutture;
  4. Iinterventi di messa in sicurezza resisi necessari a seguito delle indagini diagnostiche sui solai e sui controsoffitti;
  5. Interventi per l’adeguamento dell’edificio scolastico alla normativa antincendio previa verifica statica e dinamica dell’edificio.

Resta tuttavia l’annosa domanda: i professionisti chiamati a stabilire la vulnerabilità degli edifici, quale norma tecnica dovranno applicare per le verifiche? In merito a questo, non resta che attendere aggiornamenti sulle Nuove NTC 2018.

Scarica l’Elenco Comuni beneficiari in PDF qui di seguito.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Mitigazione del rischio sismico per le scuole: destinati 1.058 milioni Ingegneri.info