OiRA, il software gratuito per la valutazione dei rischi negli uffici | Ingegneri.info

OiRA, il software gratuito per la valutazione dei rischi negli uffici

Vediamo a cosa serve, come si usa e in che modo può esserci utile per prevenire gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali negli uffici

oira
image_pdf

OiRA è un tool gratuito, utilizzabile in Italia dal 25 luglio del 2018, che permette di fare la valutazione dei rischi per le attività di ufficio. L’applicativo ha lo scopo di supportare i datori di lavoro, in particolare delle micro, piccole e medie imprese, nel processo di definizione del livello di sicurezza in azienda, nell’individuazione delle misure per prevenire sia gli infortuni sul lavoro che le malattie professionali e nell’elaborazione del DVR secondo quanto previsto dal D.Lgs. n°81/2008. Vediamo, nello specifico, in cosa consiste il software OiRA:

Cos’è OiRA e a cosa serve?

OiRA, acronimo di Online interactive Risk Assessment, è un software gratuito sviluppato nel 2009 dall’Eu-Osha – European Agency for Safety and Health at Work – sulla base di un metodo di valutazione dei rischi olandese molto efficace e messo gratuitamente a disposizione degli Stati Membri nel 2010. In l’Italia, considerati gli esiti delle due fasi di sperimentazione nazionale e acquisito il parere favorevole della Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro, OiRA è stato recepito, con il Decreto del MLPS n.61 del 23/05/2018, in attuazione dell’art. 29, comma 6-quater, del D.Lgs. n°81/2008, con lo scopo di applicarlo per le attività di ufficio sia nel settore privato che pubblico. Il gruppo di lavoro italiano che ha predisposto OiRA è composto dai rappresentanti delle parti sociali e dagli esperti di enti pubblici di ricerca quali l’ISS e l’INAIL.

L’applicativo è operativo dalla data di emanazione della Circolare Inail n. 31 del 25 luglio 2018. Tale documento illustra il campo di applicazione del software, precisando le attività che più frequentemente vengono svolte nel lavoro di ufficio (es. utilizzo videoterminale, attività di segreteria, archiviazione documenti funzionali all’attività di ufficio) e le mansioni escluse (es. archivista e magazziniere). Inoltre, esclude dalla valutazione i pericoli legati alle vibrazioni, alle atmosfere esplosive e alle scariche atmosferiche in quanto, da un punto di vista delle esposizioni, non sono significativi per le attività di ufficio. Anche la gestione del rischio incendio è limitata a quello basso e medio. Ovviamente però, tutti i rischi e/o mansioni non contemplate nel software, possono essere integrati dal datore di lavoro nel DVR Ufficio generato da OiRA.

Oira1

La home page di OiRA dalla quale è possibile registrarsi o effettuare il login

Come accedere ad OiRA e come registrarsi

Per utilizzare il software OiRA basta aprire questo link ed effettuare l’accesso. Per registrarsi è sufficiente fornire un indirizzo di posta elettronica e una password validi e si può cominciare a utilizzare lo strumento senza attendere l’email di conferma. I dati di accesso e quelli inseriti per la valutazione dei rischi saranno protetti da privacy e non saranno visibili agli altri. Una volta effettuata la registrazione basterà digitare le proprie credenziali per accedere al sistema, cliccando sulla voce “login” situata in alto a destra. Fatto questo, sarà possibile avviare una nuova sessione. Inserendo il titolo della valutazione dei rischi che si andrà a effettuare, apparirà una pagina di benvenuto e presentazione con il tasto “inizia”. L’interfaccia del software OiRA è composta da un menù di navigazione laterale nel quale solo elencati tutti i comandi necessari per spostarsi agevolmente tra i diversi contenuti: presentazione, identificazione + valutazione, misure/programma, report, stato, aiuto.

Oira6

La finestra che permette di avviare una nuova sessione su OiRA

Come si usa OiRA: la valutazione dei rischi per le attività di ufficio

Dal menu di OiRA, cliccando su “identificazione + valutazione” è possibile iniziare il percorso di analisi dei pericoli, suddiviso in moduli e sottomoduli che richiamano la struttura del D.Lgs. 81/08, e che è di seguito elencato:

  • Aspetti organizzativi
    • Documentazione aziendale
    • Figure della prevenzione
    • Formazione di RSPP, ASPP, RLS e addetti primo soccorso e prevenzione incendi
    • Formazione e aggiornamento per lavoratori, preposti, dirigenti e DL che svolge i compiti di RSPP (solo per il rischio basso)
    • Formazione e aggiornamento per lavoratori, preposti, dirigenti e DL che svolge i compiti di RSPP (solo per il rischio medio)
    • Informazione dei lavoratori
    • Sorveglianza sanitaria
    • Gestione contratti di appalto, d’opera o di somministrazione
    • Gestione delle emergenze
  • Luoghi di lavoro
  • Incendio
  • Attrezzatture di lavoro
    • Dispositivi per connessioni elettriche temporanee
    • Apparecchiature informatiche e da ufficio
    • Scale portatili
  • Impianto elettrico
  • Sostanze pericolose: rischio chimico
  • Rischio biologico
    • Condizioni igieniche ed ambientali dei locali
    • Impianti di condizionamento
  • Movimentazione manuale dei carichi
    • Attività di sollevamento e trasporto di carichi pari o superiori a 3kg (compilare se l’attività è presente)
    • Attività di sollevamento e trasporto di carichi inferiori a 3kg (compilare se presente attività di movimentazione ad elevata frequenza)
    • Attività di traino o spinta (compilare se l’attività è presente)
  • Attrezzature munite di video terminali
  • Stress Lavoro correlato
  • Rumore
  • Rischi aggiuntivi

Oira5

La pagina dalla quale è possibile cominciare l’identificazione dei rischi presenti in azienda

È importante procedere attraverso i moduli cliccando “avanti” perché solo in questo modo verranno salvati i contenuti inseriti e le modifiche apportate. Il percorso di valutazione prevede una prima parte relativa all’identificazione dei pericoli e delle criticità presenti nella realtà lavorativa, nonché l’analisi degli aspetti che riguardano l’organizzazione del lavoro. Nella seconda parte, invece, vengono individuate le misure di prevenzione e protezione che deve adottare il datore di lavoro (complessivamente sono circa 180 le disposizioni presenti nello strumento) e il programma delle misure ritenute opportune per il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza. Alla fine del percorso, il software OiRA, genererà il report ovvero il documento di valutazione dei rischi, valido ai sensi degli art. 17 e 28 del D.Lgs. 81/08.

Il DVR può essere scaricato in file word editabile e, pertanto, può essere modificato secondo le specifiche esigenze aziendali o, come detto in precedenza, integrato in caso di rischi e/o mansioni non contemplate nell’applicativo. Si ricorda, inoltre, che esso dovrà essere munito di data certa o attestata, secondo le modalità previste dall’art. 28, comma 2 del Testo Unico per la Sicurezza. Per qualunque dubbio sull’utilizzo del tool, nell’area supporto del portale dell’INAIL, sono a disposizione degli utenti alcune Faq ed un video tutorial. Inoltre, tutti i quesiti dell’utenza possono essere rivolti all’indirizzo [email protected]

Oira7

L’interfaccia di OiRA che prelude alla generazione del DVR

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
OiRA, il software gratuito per la valutazione dei rischi negli uffici Ingegneri.info