Rischio chimico e tutela della salute nei laboratori: il nuovo manuale Inail | Ingegneri.info

Rischio chimico e tutela della salute nei laboratori: il nuovo manuale Inail

Segnaletiche di sicurezza, etichettatura di miscele, gestione delle emergenze, dispositivi di protezione: questi e altri sono i temi trattati nel volume-guida gratuito elaborato dall'Inail. Indispensabile per gli ingegneri chimici, utile per tutti

laboratorio_chimico_2
image_pdf

Per gli ingegneri chimici e tutti coloro che professionalmente si trovano ad avere a che fare con i laboratori di ricerca, ecco un nuovo strumento di supporto e formazione. Si tratta di un manuale dedicato al rischio chimico nei laboratori, realizzato dai ricercatori del dipartimento di Medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (Dimeila) dell’Inail. Oltre che ai professionisti, il volume si rivolge anche a tesisti, dottorandi e quanti, a fini di studio o ricerca, frequentano i locali dei laboratori e partecipano alle attività svolte in questi ambienti di lavoro.

Corredate di schede e tabelle, le 65 pagine del volume forniscono riferimenti normativi, segnaletiche di sicurezza e focus sulle sostanze più utilizzate. Gli argomenti trattati spaziano dalla normativa europea per la classificazione e l’etichettatura di sostanze e miscele, ai principi generali di tutela e di controllo dell’b, fino alla gestione delle emergenze in un laboratorio, anche con esempi di sostanze tra loro incompatibili. Non mancano, infine, approfondimenti e schede sui dispositivi di protezione, sia collettivi che individuali, idonei sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo.

“La particolarità dei laboratori di ricerca – sottolinea il coordinatore della pubblicazione, Bruno Papaleo – è che accanto a personale altamente qualificato e preparato, anche sulle norme di sicurezza, si trovano spesso tirocinanti o dottorandi che stanno completando il loro percorso di formazione e che non hanno ancora acquisito la formazione idonea in termini di prevenzione dei rischi per la salute e la sicurezza”. Inoltre le sostanze impiegate nei laboratori di ricerca “possono essere estremante diverse – aggiunge Papaleo – e anche nello stesso laboratorio è comune utilizzare per progetti diversi prodotti diversi. Questo evidentemente richiede un’informazione e formazione dinamica in merito al rischio chimico potenzialmente presente”.

Il volume è disponibile a questo link.

Copyright © - Riproduzione riservata
Rischio chimico e tutela della salute nei laboratori: il nuovo manuale Inail Ingegneri.info