RSPP: come avviene la nomina ed i requisiti richiesti | Ingegneri.info

RSPP: come avviene la nomina ed i requisiti richiesti

Il datore di lavoro deve nominare il RSPP rimanendo comunque il primo e principale destinatario degli obblighi di assicurazione, sorveglianza delle misure e dei DPI antinfortunistici

image_pdf

Figura chiave nella gestione della sicurezza, il Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) viene nominato in base a una serie di requisiti e modalità precise, definite dalla normativa di settore. In particolare in questo articolo analizzeremo:
le capacità ed i requisiti che l’RSPP deve possedere
•  la sua designazione

Capacità e requisiti del responsabile del servizio prevenzione e protezione

Ai sensi dell’art. 32 del D.Lgs. n. 81/2008 le capacità ed i requisiti professionali del RSPP, interno od esterno, devono essere adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative.
Per lo svolgimento di tali funzioni è necessario essere in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore ed essere in possesso di un attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a specifici corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative (art. 32, D.Lgs. n. 81/2008).
L’art. 32 del D.Lgs. n. 81 del 2008 stabilisce infatti che il responsabile del servizio di prevenzione e protezione deve:
– essere in possesso di laurea triennale nelle materie dell'”Ingegneria della sicurezza e della protezione” o di “scienze della sicurezza e della protezione” o di “tecnico della prevenzione e della protezione”; oppure
– svolgere un corso di formazione organizzato dai soggetti e avente gli indirizzi e i contenuti minimi di cui all’art. 32 del D.Lgs. n. 81 del 2008, che comprenda la verifica dell’apprendimento.
Sono tuttavia esonerati dalla frequenza del corso di formazione coloro che sono in possesso di laurea in una delle seguenti classi: L7, L8, L9, L17, L23, e della laurea magistrale LM26.
Per inciso, le classi di laurea richiamate e classi di laurea richiamate dal “testo unico” corrispondono a classi di laurea triennale.
In particolare:
L7 ingegneria civile e ambientale
L8 ingegneria dell’informazione
L9 ingegneria industriale
L17 scienze dell’architettura
L23 scienze e tecniche dell’edilizia

In questo articolo potete scaricare gratuitamente il modulo per la Designazione del responsabile del servizio di prevenzione e protezione. Il documento è messo a disposizione da Tutto Sicurezza e Ambiente, la banca dati di riferimento per gli operatori della sicurezza che contiene tutti gli elementi operativi per la corretta valutazione dei rischi.

Nomina del RSPP

La nomina del RSPP è l’atto con il quale si imposta, si pianifica e si avvia il sistema di prevenzione aziendale che è a tutela proprio della integrità fisica e morale del lavoratore.
Infatti il decreto legislativo n. 81 del 2008 prevede obblighi del datore di lavoro non delegabili per importanza (art. 17):
a) dell’attività di valutazione di tutti i rischi per la salute e la sicurezza al fine della redazione del documento previsto dall’articolo 28 del decreto cit., contenente non solo l’analisi valutativa dei rischi, ma anche l’indicazione delle misure di prevenzione e di protezione attuate;
b) della designazione del responsabile del servizio di prevenzione e protezione dai rischi (RSPP).

Scarica qui il doc gratuito – Esempio di designazione del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Sull’argomento leggi anche: Datore di lavoro Rspp: compiti e formazione

Copyright © - Riproduzione riservata
RSPP: come avviene la nomina ed i requisiti richiesti Ingegneri.info