Sicurezza cantieri: la segnaletica di sicurezza | Ingegneri.info

Sicurezza cantieri: la segnaletica di sicurezza

Segnali di divieto: una panoramica di tutte le principali tipologie dei cartelli di divieto previsti nei cantieri temporanei o mobili

image_pdf

Per segnaletica di sicurezza si intende una segnaletica che, riferita ad un oggetto, ad una attività o ad una situazione determinata, fornisce una indicazione o una prescrizione concernente la sicurezza o la salute sul luogo di lavoro, e che utilizza, a seconda dei casi, un cartello, un colore, un segnale luminoso o acustico, una comunicazione verbale o un segnale gestuale.

Essa può distinguersi in:
segnale di divieto: un segnale che vieta un comportamento che potrebbe far correre o causare un pericolo;
– segnale di avvertimento: un segnale che avverte di un rischio o pericolo;
– segnale di prescrizione: un segnale che prescrive un determinato comportamento;
– segnale di salvataggio o di soccorso: un segnale che fornisce indicazioni relative alle uscite di sicurezza o ai mezzi di soccorso o di salvataggio;
– segnale di informazione: un segnale che fornisce indicazioni diverse da quelle specificate alle lettere da b) ad e);
– cartello: un segnale che, mediante combinazione di una forma geometrica, di colori e di un simbolo o pittogramma, fornisce una indicazione determinata, la cui visibilità è garantita da una illuminazione di intensità sufficiente;
– cartello supplementare: un cartello impiegato assieme ad un cartello del tipo indicato alla lettera g) e che fornisce indicazioni complementari;
– segnale luminoso: un segnale emesso da un dispositivo costituito da materiale trasparente o semitrasparente, che è illuminato dall’interno o dal retro in modo da apparire esso stesso come una superficie luminosa;
– segnale acustico: un segnale sonoro in codice emesso e diffuso da un apposito dispositivo, senza impiego di voce umana o di sintesi vocale;
– comunicazione verbale: un messaggio verbale predeterminato, con impiego di voce umana o di sintesi vocale;
– segnale gestuale: un movimento o posizione delle braccia o delle mani in forma convenzionale per guidare persone che effettuano manovre implicanti un rischio o un pericolo attuale per i lavoratori.

Obblighi del responsabile dei lavori
Quando, anche a seguito della valutazione dei rischi, risultano rischi che non possono essere evitati o sufficientemente limitati con misure, metodi, ovvero sistemi di organizzazione del lavoro, o con mezzi tecnici di protezione collettiva, il responsabile dei lavori fa ricorso alla segnaletica di sicurezza, conformemente alle prescrizioni di cui agli allegati da XXIV a XXXII al D.Lgs. n. 81/2008.
Qualora sia necessario fornire mediante la segnaletica di sicurezza indicazioni relative a situazioni di rischio non considerate negli allegati suddetti, il datore di lavoro, anche in riferimento alle norme di buona tecnica, adotta le misure necessarie, secondo le particolarità del lavoro, l’esperienza e la tecnica.
Si segnala che, a seguito delle modifiche introdotte dal D.Lgs. n. 106/2009 al testo originario del D.Lgs. n. 81/2008, l’art. 149 del c.d. correttivo ha previsto anche delle modifiche agli Allegati del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, tra cui gli allegati da XXIV a XXXI (salvo che gli allegati XXVIII e XXX, non modificati, insieme al XXXII).
In giurisprudenza, si è precisato che l’obbligo di ottemperare alle disposizioni in materia di prevenzione sui luoghi di lavoro sussiste anche in assenza di situazioni specifiche di emergenza, atteso che le predette disposizioni hanno natura e finalità preventive (fattispecie in tema di omessa adozione di segnaletica di sicurezza antincendio: Sez. III, 29 marzo 2007, n. 22828, S., Ced 236883).

Leggi anche: Sicurezza sul lavoro 2017: un capitolo del nuovo manuale in free download

Situazioni particolari di emergenza
E’ utile soffermarsi sulla segnaletica correlata alle situazioni di emergenza, con riferimento a quanto contenuto nell’allegato I (“Criteri minimi per la posa, il mantenimento e la rimozione della segnaletica di delimitazione e di segnalazione delle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare”) al D.M. 4 marzo 2013. Nell’allegato si indica che le situazioni di emergenza a cui si fa riferimento (ad esempio, incidenti stradali, eventi di natura meteorologica, ostacoli che si frappongono improvvisamente sulla carreggiata) “sono situazioni di pericolo per l’utenza stradale che, comparendo bruscamente, impongono la messa in atto di procedure di segnalazione di emergenza eseguite in condizioni di criticità non essendo sempre possibile prevedere e programmare le risorse umane e tecnologiche necessarie per fronteggiare l’evento”. E i criteri generali di comportamento indicati “saranno attuati esclusivamente nel periodo transitorio, cioè da quando si viene a conoscenza dell’insorgere della situazione anomala, fino a quando non siano stati adottati, dai competenti organismi, i provvedimenti necessari per la rimozione definitiva del pericolo”. Chiaramente le indicazioni che vengono fornite con il Decreto “non possono essere considerate esaustive rispetto a tutte le possibili situazioni di emergenza di fronte alle quali si può trovare chi opera in esposizione al traffico. Tuttavia l’applicazione dei principi di base e dei criteri generali di sicurezza qui riportati, con gli opportuni adattamenti alle situazioni contingenti, costituiscono sicuramente una buona regola operativa per affrontare l’emergenza tutelando la propria e l’altrui incolumità”.

Qui di seguito tutte le tipologie dei cartelli di divieto

Vietato avvicinarsi al fronte di cava

Vietato avvicinarsi al fronte di cava

Vietato adoperare scale in cattivo stato

Vietato adoperare scale in cattivo stato

Divieto di eseguire lavori prima che sia stata tolta la tensione

Divieto di eseguire lavori prima che sia stata tolta la tensione

Divieto di manovrare la gru ai non addetti

Divieto di manovrare la gru ai non addetti

Divieto di rimozione dei dispositivi e delle protezioni di sicurezza

Divieto di rimozione dei dispositivi e delle protezioni di sicurezza

Divieto di accesso alle persone non autorizzate

Divieto di accesso alle persone non autorizzate

Divieto di passaggio sotto ponteggi, impalcature e carichi sospesi

Divieto di passaggio sotto ponteggi, impalcature e carichi sospesi

Divieto di utilizzo di getti d’acqua

Divieto di utilizzo di getti d’acqua

Divieto di avvicinarsi con fiamme libere e similari

Divieto di avvicinarsi con fiamme libere e similari

Vietato fumare

Vietato fumare

Divieto di intervento a personale non autorizzato

Divieto di intervento a personale non autorizzato

Divieto di transito ai pedoni

Divieto di transito ai pedoni

Divieto di fumare e/o usare fiamme libere

Divieto di fumare e/o usare fiamme libere

Divieto di spegnere incendi o fiamme con acqua

Divieto di spegnere incendi o fiamme con acqua

Vietato passare nel raggio d’azione dell’escavatore

Vietato passare nel raggio d’azione dell’escavatore

Vietato trasportare e sollevare persone

Vietato trasportare e sollevare persone

Divieto di utilizzo alle persone non autorizzate

Divieto di utilizzo alle persone non autorizzate

Divieto di utilizzo in caso di incendio

Divieto di utilizzo in caso di incendio

Divieto di deposito materiali

Divieto di deposito materiali

Vietato salire e scendere all’esterno dei ponteggi

Vietato salire e scendere all’esterno dei ponteggi

Vietato gettare materiale dai ponteggi

Vietato gettare materiale dai ponteggi

Divieto di ingresso ai non autorizzati - Inquinamento sonoro

Divieto di ingresso ai non autorizzati – Inquinamento sonoro

Zona rumorosa - Obbligo di utilizzo di DPI dell’udito

Zona rumorosa – Obbligo di utilizzo di DPI dell’udito

Divieto di accesso senza protezioni acustiche

Divieto di accesso senza protezioni acustiche

Zona di ricarica batterie - Obblighi e divieti

Zona di ricarica batterie – Obblighi e divieti

Divieto di utilizzo di estintori idrici o a schiuma

Divieto di utilizzo di estintori idrici o a schiuma

Scavi - Divieti correlati

Scavi – Divieti correlati

Impianti elettrici sotto tensione - Obblighi e divieti

Impianti elettrici sotto tensione – Obblighi e divieti

Divieto di deposito di liquidi infiammabili

Divieto di deposito di liquidi infiammabili

Divieto di passaggio sotto carichi sospesi

Divieto di passaggio sotto carichi sospesi

Divieto di passaggio nel campo di lavoro della macchina

Divieto di passaggio nel campo di lavoro della macchina

Divieto di passaggio nel campo di lavoro dell’escavatore

Divieto di passaggio nel campo di lavoro dell’escavatore

Divieto di superamento limite velocità

Divieto di superamento limite velocità

Divieto di sosta

Divieto di sosta

Divieto di fermata

Divieto di fermata

Sicurezza del lavoro nei cantieri contiene l’aggiornamento completo di tutte le tipologie di segnaletica disponibili, scrupolosamente descritte per soddisfare al meglio le esigenze operative del committente, direttore e responsabile dei lavori. Prova Sicurezza del lavoro nei cantieri.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sicurezza cantieri: la segnaletica di sicurezza Ingegneri.info