Verifiche periodiche delle attrezzature da lavoro: l'elenco dei soggetti abilitati è online | Ingegneri.info

Verifiche periodiche delle attrezzature da lavoro: l’elenco dei soggetti abilitati è online

E' on line sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali il nuovo elenco dei soggetti abilitati ad effettuare le verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro. L'elenco adottato con il Decreto direttoriale n. 3 sostituisce del tutto il precedente

attrezzi_lavoro
image_pdf

Finalmente on line il nuovo elenco dei soggetti abilitati ad effettuare le verifiche periodiche delle attrezzature da lavoro ai sensi dell’articolo 71, comma 11, del Decreto legislativo n. 81/2008. L’elenco dei soggetti abilitati è consultabile sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali a questo link.

In data 16 gennaio 2018 con il Decreto direttoriale n. 3, è stato adottato il sedicesimo elenco, di cui al punto 3.7 dell’Allegato III del Decreto interministeriale del 11 aprile 2011, dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature da lavoro ai sensi dell’articolo 71, comma 11, del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni. L’elenco adottato sostituisce integralmente il precedente elenco allegato al Decreto direttoriale del 1 dicembre 2017.

Il decreto direttoriale è composto da sei articoli:

Articolo 1: riporta i soggetti, a cui viene rinnovata l’iscrizione, che hanno regolarmente trasmesso la documentazione richiesta e per i quali la Commissione, di cui al D.I. 11 aprile 2011, ha potuto tempestivamente concludere la propria istruttoria;

Articoli 2 e 3: riporta i soggetti per cui, sulla base delle richieste pervenute al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sono apportate le variazioni alle iscrizioni già in possesso, di estensione ovvero di riduzione delle abilitazioni già concesse di alcuni soggetti;

Articolo 4: viene decretato l’inserimento ex novo, delle società ivi indicate, nell’elenco dei soggetti abilitati;

Articolo 5: specifica che, con il decreto direttoriale n.3, si adotta l’elenco aggiornato, in sostituzione di quello adottato con il decreto del 1 dicembre 2017;

Articolo 6: riporta gli obblighi cui sono tenuti i soggetti abilitati.

I soggetti abilitati infatti sono tenuti a:

  • riportare in un apposito registro informatizzato copia dei verbali delle verifiche effettuate; Il registro informatizzato deve essere trasmesso per via telematica, con cadenza trimestrale, al soggetto titolare della funzione.
  • conservare per un periodo non inferiore a dieci anni tutti gli atti documentali relativi all’attività di verifica;
  • comunicare qualsiasi variazione nello stato di fatto o di diritto dei soggetti abilitati al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che, acquisito il parere della Commissione di cui al D.I. 11.4.11, si esprime sulla ammissibilità della variazione comunicata.

Obblighi del datore di lavoro

Il decreto legislativo n. 81/2008, per garantire la sicurezza dei lavoratori, impone al datore di lavoro l’obbligo di sottoporre a verifiche periodiche le attrezzature all’allegato VII. Vediamo Di seguito l’iter da seguire per la messa in servizio dell’attrezzatura.

Iter procedurale di richiesta di messa in servizio di un attrezzatura

Prima della messa in esercizio: Il datore di lavoro che mette in servizio un’attrezzatura da lavoro, infatti, deve darne comunicazione all’INAIL territorialmente competente, la quale alla fine dell’iter procedurale di valutazione assegna un numero di matricola identificativo dell’attrezzatura.

La prima verifica periodica: deve essere richiesta all’INAIL territorialmente competente;

Verifiche periodiche successiva alla prima: devono essere richieste alle Asl o ai soggetti abilitati di cui al Decreto direttoriale n. 3 del 16 gennaio 2018.

Copyright © - Riproduzione riservata
Verifiche periodiche delle attrezzature da lavoro: l’elenco dei soggetti abilitati è online Ingegneri.info