Blocchi in legno cemento Isotex® e isolamento NEOPOR® di BASF | Ingegneri.info

Blocchi in legno cemento Isotex® e isolamento NEOPOR® di BASF

Isotex annuncia una partnership di successo che assicura il massimo isolamento termico per l’utilizzo del materiale isolante termico NEOPOR® nei blocchi cassero in legno cemento

Immagine1
image_pdf

Per Isotex, il 2017 si chiude con una partnership di successo con la ditta BASF per l’utilizzo del materiale isolante termico NEOPOR® nei blocchi cassero in legno cemento. NEOPOR® è polistirene espandibile di altissima qualità che viene realizzato con perle di diversa granulometria che contengono minuscole particelle di grafite. Oltre all’inconfondibile colore grigio argenteo, la grafite garantisce capacità termiche superiori (0,030 – 0,035 W/m²K) rispetto ai classici EPS. Le particelle in grafite, infatti, assorbono e riflettono gli infrarossi neutralizzando l’effetto di irraggiamento del calore, il quale influenza negativamente la conducibilità termica.

Il polistirene Neopor®, unito al blocco cassero in legno cemento ISOTEX®, è capace di garantire il massimo risparmio energetico (classe A4), un eccellente comfort abitativo e una capacità isolante maggiore del 20% rispetto al blocco cassero con il tradizionale EPS.

Blocco in legno cemento HDIII 44/20 con grafite BASF-NEOPOR®

L’utilizzo dell’isolante in EPS grafite BASF-NEOPOR® di altissima qualità rende il blocco cassero in legno cemento Isotex ancora più performante. Con tali migliorie, il valore della trasmittanza termica nel blocco HDIII 44/20 grafite si riduce di un 15% rispetto al precedente tipo (HDIII 44/18 grafite) arrivando a U=0,15 W/m²K. Ciò che non è lo spessore della parete finita e le capacità antisismiche, di risparmio energetico, di isolamento acustico, di resistenza al fuoco e di permeabilità al vapore.

Anche questa recente proposta di Isotex nasce da un approccio aziendale che mira a proporre sistemi che non solo si conformano ai requisiti tecnici e normativi, ma che sono in grado di anticipare le richieste di un mercato specializzato e di professionisti esigenti. Tutti i vantaggi saranno presentati al pubblico di operatori in occasione della Fiera Klimahouse, in programma a Bolzano dal 24 al 27 gennaio 2018.

Isotex, efficienza energetica senza ponti termici

Come risolvere le problematiche di dispersione termica di un edificio e dire basta a muffa e condensa interstiziale. In sintesi: come eliminare i ponti termici?

Questi punti ‘deboli’ influiscono sia sul piano energetico di un edificio con un peggioramento dell’isolamento complessivo e maggiori dispersioni di calore, sia sul fronte del benessere abitativo, perché possono portare alla formazione di muffe e condense (passaggio di stato dell’umidità su una superficie più fredda) all’interno della casa.

Il sistema costruttivo Isotex con posa a secco, costituito da blocchi cassero e solai in legno cemento, consente di eliminare i ponti termici grazie allo studio e alla produzione di ‘pezzi speciali’ che mantengono la stessa coibentazione di tutta la parete e solaio dell’edificio. I progettisti possono disporre di soluzioni semplici nella posa, che risolvono tutte le problematiche strutturali e costruttive: blocco CORREA per l’isolamento del cordolo solaio, blocco universale (UNI) per la realizzazione di angoli esterni e blocco per angoli interni, mezzo blocco per architrave (AUSG), blocco SPALLA per porte e finestre.

Immagine 2

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Blocchi in legno cemento Isotex® e isolamento NEOPOR® di BASF Ingegneri.info