Conclusa la ricostruzione post sisma dello stabilimento Ursa Italia a Bondeno (Ferrara) | Ingegneri.info

Conclusa la ricostruzione post sisma dello stabilimento Ursa Italia a Bondeno (Ferrara)

Ursa Italia annuncia la fine dei lavori di ricostruzione post sisma dello stabilimento specializzato nella produzione di pannelli termoisolanti Xps in polistirene estruso. Riapertura entro dicembre 2014

wpid-4469_URSArenderingnuovasedeBondeno.jpg
image_pdf

Terminati i lavori di ricostruzione post sisma, sarà di nuovo operativo entro dicembre 2014 lo stabilimento Ursa Italia a Bondeno (Ferrara), specializzato nella produzione di pannelli termoisolanti Xps in polistirene estruso, adatti per le applicazioni che richiedono elevate prestazioni meccaniche e resistenza all’azione dell’acqua.

La ricostruzione post-sisma dello stabilimento Ursa Italia era già stata resa nota dalla multinazionale dell’isolamento, all’indomani del crollo del precedente impianto, con una scelta coraggiosa: restare legati al tessuto socio-economico ferrarese in cui l’azienda è attiva da 12 anni, anziché delocalizzare all’estero per evidenti ragioni di convenienza economica. Questo impegno risulta ancora più premiante se contestualizzato nella grave situazione di crisi e stagnazione in cui versa da anni l’intero comparto edile a cui Ursa fa riferimento.

Il sostegno costante, la comprensione solidale e la fiducia motivante di clienti, forza vendita e dipendenti hanno supportato Ursa in questo percorso di riedificazione che ha richiesto un ingente investimento di uomini e risorse. Lo ha specificato Fernando Renta, Ursa managing director Ou Mediterranean region & South East Europe, sottolineando che l’organico alla riapertura di Bondeno resterà numericamente invariato rispetto alla gestione pre-sisma, ad eccezione di Tarik Naouch, rimasto vittima nella notte del 20 maggio 2012, a cui andrà il ricordo affettuoso dei colleghi al momento della ripartenza dell’attività.

Un cantiere all’avanguardia con l’isolamento in primo piano

L’attesa quindi sta per finire: molto presto Ursa tornerà a rispondere alle esigenze del mercato con un prodotto rigorosamente italiano, altamente prestazionale, garantito con la qualità e il servizio che da sempre contraddistinguono l’azienda.

I lavori del cantiere sono stati condensati in tempi record, procedendo senza sosta anche nei mesi estivi e sfidando l’inclemenza del meteo. Il nuovo polo produttivo, con i suoi 50.000 metri quadrati di cui oltre 5.000 coperti, si caratterizza per una struttura fortemente antisismica, altamente industrializzata e tecnologicamente avanzata.

Il sistema di chiusura verticale opaco scelto per la parete esterna, per esempio, costituisce un fiore all’occhiello in termini di isolamento: la tecnologia a secco utilizzata garantisce prestazioni eccellenti in termini di comfort termico estivo e invernale, insonorizzazione e protezione passiva al fuoco. Anche l’intera copertura della parte produttiva dello stabilimento e degli uffici è conforme ai più alti standard di comfort termoacustico.

I sili di stoccaggio del materiale che deve essere inviato in produzione sono passati da quattro a sei, a indicare la volontà di potenziamento e crescita costante verso cui l’azienda è proiettata.

Una bella sfida, che Ursa saprà affrontare con orgoglio.

Copyright © - Riproduzione riservata
Conclusa la ricostruzione post sisma dello stabilimento Ursa Italia a Bondeno (Ferrara) Ingegneri.info