La nuova telecamera di Panasonic fende la notte | Ingegneri.info

La nuova telecamera di Panasonic fende la notte

wpid-4047_panasonic.jpg
image_pdf

La casa giapponese Panasonic dà seguito alla linea di supporti per la videosorveglianza i-Pro SmartHD, immettendo sul mercato due nuovi modelli di telecamere ad installazione fissa ancora più potenti e reattive. In particolare, la telecamera WV-SW316L è in grado di effettuare riprese perfette in totale assenza di luce grazie agli illuminatori IR-LED che arrivano a rilevare immagini fino a zero lux. Completano le caratteristiche dei supporti un ampio spettro di funzionalità intelligenti per una gestione migliore del monitoraggio, come la tecnologia Face Detection.

 Con IR-LED la videosorveglianza non dorme mai

I dispositivi possiedono una considerevole reattività alla luce, grazie alla funzione Day & Night elettronica con LED ad infrarossi e focale 1.3, che garantisce all’utilizzatore una ripresa esemplare anche in totale assenza di luce. In questo modo è possibile rilevare 0.3 lx a colori e 0.05 lx in bianco e nero, con il modello WV-SW316, oppure 0.3 lx a colori e 0 lx in bianco e nero con WV-SW316L, se l’illuminatore IR è in funzione. Panasonic fornisce ai supporti un potente sensore MOS da 1.3 Megapixel e uno zoom ottico con fattore di ingrandimento pari a 6.4x, in risoluzione VGA.

 Come si presentano i modelli

Resistenti a temperature comprese tra -40°C e +50°C, le telecamere sono completamente certificate IP66 per la resistenza contro acqua e polvere e dotate di staffa per montaggio a soffitto. I modelli registrano le immagini in alta risoluzione a 1.280 x 960 (fino a 30 fps), le trasmettono in rete mediante streaming multipli con codifica H.264 e JPEG e ne permettono la registrazione HD, appoggiandosi alla piattaforma LSI UniPhier® di proprietà di Panasonic. Grazie alla scansione progressiva con una risoluzione HD pari a 720p, si ottiene una percezione migliore del movimento e di dettagli normalmente impercettibili. In tema di dispositivi video di rete, le telecamere godono della classificazione ONVIF, lo standard aperto che garantisce l’interoperabilità dei sistemi.

 Più funzionalità, meno margine d’errore

I nuovi modelli di telecamere racchiudono tutte le migliori tecnologie a disposizione di Panasonic a partire dalla funzione Face Detection, fondamentale per ottenere un’identificazione esatta della posizione dei volti. Dopo un’installazione semplice ed automatizzata guidata da ABF (Auto Back Focus), Face Super Dynamic permette di visualizzare le immagini dei volti in modo straordinariamente chiaro. SuperDynamic e ABS (Adaptive Black Stretch) garantiscono l’acquisizione di una gamma dinamica 128x superiore rispetto alle videocamere convenzionali mentre, per un monitoraggio a prova di intruso, oltre al sistema 3D DNR (Digital Noise Reduction) che riduce notevolmente i disturbi video, la tecnologia VIQS (Variable Image Quality on Specified area) consente di abbassare la qualità di risoluzione delle aree circostanti e aumentare quella di una singola area. Ancora più flessibile e precisa, VMD (Video Motion Detection) programma l’osservazione di 4 aree specifiche con una scala di 15 livelli di sensibilità e 10 di grandezza. In tema di privacy, WV-SW316 e WV-SW316L sono equipaggiati per mascherare fino a due aree private, come varchi d’accesso o finestre. In caso di accessi multipli, Panasonic garantisce la possibilità di associare una priorità ad uno specifico canale di trasmissione video, fornendo il giusto livello di frequenza attraverso un calibrato rapporto tra bit rate e compressione. Infine, per monitorare la situazione anche da remoto, le fonti di allarme, tra cui il VMD e il comando d’allarme standard, innescano azioni specifiche come la registrazione su memoria SDHC/SD e il trasferimento dell’immagine via FTP, con notifica via e-mail.

A proposito di Panasonic

Panasonic Corporation è leader mondiale nello sviluppo e produzione di prodotti elettronici per un’ampia gamma di clienti, aziende ed esigenze aziendali. La società con sede a Osaka, Giappone, ha registrato vendite nette pari a 8,69 trilioni di yen (79 miliardi di euro) per l’anno fiscale che si è concluso il 31 marzo 2011. Le azioni dell’azienda sono quotate presso le borse valori di Tokyo, Osaka, Nagoya e New York (NYSE: PC). Nel campo delle soluzioni dedicate al business, la casa giapponese ha istituito dal 1 gennaio 2012 la nuova Business Unit Panasonic System Communications Company Europe (PSCEU), che incorpora le divisioni Panasonic Audio Visual Company Systems Europe (PAVCSE), Panasonic System Networks Europe (PSNE) e Panasonic Computer Products Europe (PCPE). Attraverso questa scelta strategica, Panasonic punta a far crescere il volume d’affari sfruttando appieno il parco clienti già esistente e promuovendo un’offerta diversificata che fornisce soluzioni ancora più complete basate sui migliori prodotti e servizi per le aziende. La nuova divisione PSCEU commercializza un’ampia gamma di stampanti, sistemi per la sicurezza e la videosorveglianza, soluzioni per le Unified Communication, lavagne elettroniche, scanner, notebook, toughbook e prodotti audio video. Panasonic, dal 1 gennaio 2012, crea anche la BU Mobile Communication Group Europe, la nuova divisione interamente dedicata agli smartphone e alle soluzioni di telefonia rivolte al mercato senior.

Per ulteriori informazioni sull’azienda e sul marchio Panasonic, visitare il sito:

Copyright © - Riproduzione riservata
La nuova telecamera di Panasonic fende la notte Ingegneri.info