La nuova termocamera a spot TG167 di Flir è ottimizzata per inquadrature a campo visivo ristretto | Ingegneri.info

La nuova termocamera a spot TG167 di Flir è ottimizzata per inquadrature a campo visivo ristretto

La termocamera TG167, con micro termocamera Lepton®, consente di localizzare con facilità i problemi ed è utile nelle ispezioni elettriche indoor, per la qualità del dettaglio nelle immagini

Flir_ TG167
image_pdf

Flir ha annunciato recentemente un nuovo ingresso nella Serie TG. La termocamera a spot TG167 colma il divario tra i termometri IR a singolo spot e le leggendarie termocamere Flir. Come il suo predecessore TG165, anche la TG167 è dotata dell’esclusiva micro termocamera Lepton®, che consente di vedere il calore per localizzare con facilità i problemi.

Caratteristiche principali:

  • Rapida risoluzione dei problemi elettrici: vedi immediatamente l’elemento caldo e dove puntare
  • Semplice e pronta all’uso: intuitiva nell’utilizzo, non richiede una preparazione specifica
  • Robusta e affidabile: compatta e resistente, si ripone facilmente anche nella borsa degli attrezzi più stipata

Flir_TG167

La TG167 ha un campo visivo più ristretto (25 gradi in orizzontale) rispetto al modello TG165 (50 gradi in orizzontale). La TG167 risulta quindi più utile nelle ispezioni elettriche indoor, per la qualità del dettaglio nelle immagini. La TG167 esprime tutto il suo potenziale nella ricerca di punti caldi in armadi elettrici, scatole di derivazione e altri elementi elettrici. Entrambe le versioni consentono di memorizzare immagini e scaricare i dati per documentare i risultati dell’ispezione in un rapporto.

Copyright © - Riproduzione riservata
La nuova termocamera a spot TG167 di Flir è ottimizzata per inquadrature a campo visivo ristretto Ingegneri.info