La pompa di calore acqua-acqua Tina può riscaldare senza emissioni | Ingegneri.info

La pompa di calore acqua-acqua Tina può riscaldare senza emissioni

Teon presenta Tina, sistema tecnologico acqua-acqua, alimentato dall’energia potenziale rinnovabile contenuta nell’acqua

Teon_2
image_pdf

Teon ha sviluppato un’innovazione radicale brevettata chiamata Tina “There Is No Alternative”. Tina è una pompa di calore acqua-acqua senza pari sul mercato. Si stima che circa il 30% dei consumi di energia fossile sia legato, nei Paesi sviluppati, al riscaldamento ed al condizionamento degli edifici. Questo è tanto più vero in ambiente urbano, dove si sono rivelate inefficaci le misure –sporadiche – di restrizione della circolazione di vetture, per mantenere i livelli tollerati di inquinamento.

Nelle città, dove il problema dell’inquinamento è massimo, la maggior parte degli edifici esistenti ha impianti centralizzati a termosifone ad alta temperatura. In tale contesto Tina, a differenza delle pompe di calore attualmente in commercio che operano a bassa temperatura (50-55 gradi), è in grado di produrre acqua di mandata a 80 gradi. Questa è infatti la soglia per il funzionamento degli impianti di riscaldamento a termosifone, i più diffusi negli edifici urbani.

Per questa ragione Tina costituisce l’unica alternativa realmente ecologica per sostituire le caldaie centralizzate che alimentano gli impianti tradizionali a termosifoni, senza la necessità di costosi interventi di ristrutturazione sugli edifici e sugli impianti. Tina si installa infatti proprio come una caldaia normale. Come tutte le pompe di calore, Tina però, rispetto alle caldaie a combustione, azzera le emissioni di CO2 e polveri sottili in loco, con notevoli vantaggi ecologici – non si brucia combustibile fossile – e tempi di ritorno sull’investimento molto brevi.

Tina è disponibile nelle taglie 115, 250, 365, 500 kW e il mercato è quello dei condomini, reti di teleriscaldamento, industrie, centri sportivi, wellness, edilizia pubblica, GDO, terziario. Le ultime nate in casa Teon sono la Micro e la Mini Tina rispettivamente da 9 e 30 KW per il mercato residenziale/piccole volumetrie.

Dall’immaginare di sostituire impianti singoli, alla visione di una trasformazione radicale del volto delle nostre città, il passo è breve. Tina è un sistema tecnologico acqua-acqua, alimentato dall’energia potenziale – rinnovabile – contenuta nell’acqua, che è disponibile naturalmente a temperature intorno ai 15 gradi. L’acqua è presente nelle nostre città in falde superficiali, fiumi, rogge, laghi, stagni, mare costituendo un bacino di calore potenziale non ancora adeguatamente sfruttato. Tina d’altra parte non modifica le caratteristiche chimiche, organolettiche e fisiche dell’acqua – risorsa preziosa – da cui trae l’energia, e non la disperde. Dopo l’uso, l’acqua viene infatti reimmessa in circolo, così com’era, solo ad una temperatura leggermente inferiore.

Teon inoltre può rilasciare un mutuo chirografario a 5 o 7 anni a favore del cliente che intenda effettuare l’installazione di una Tina oppure l’operazione può essere finanziata tramite una società partner ESCO, in cui il risparmio e i titoli di efficienza energetica vanno a ripagare l’impianto, che per il cliente è a investimento zero.

Per maggiori informazioni, consulta il sito.

Copyright © - Riproduzione riservata
La pompa di calore acqua-acqua Tina può riscaldare senza emissioni Ingegneri.info