La progettazione BIM migliora l’interazione tra progetto e piano di manutenzione | Ingegneri.info

La progettazione BIM migliora l’interazione tra progetto e piano di manutenzione

Grazie a ManTus BIM, nuova versione del programma per la redazione dei Piani di manutenzione di Acca Software, la pianificazione parte già dalla progettazione, entrando a pieno titolo nel processo BIM

Piano Manutenzione Modelli BIM IFC ManTus
Piano Manutenzione Modelli BIM IFC ManTus
image_pdf

Sappiamo che sarebbe importante prevedere l’impegno manutentivo di un’opera già in fase progettuale. Quante volte ci è capitato che la scelta di un componente edilizio fatta solo con criteri di ottimizzazione architettonica abbia poi portato ad alti costi di manutenzione o a lavorazioni non sicure?

La tecnologia che consente di redigere piani di manutenzione semplicemente come compilazione di dati a posteriori rispetto alle scelte progettuali (come accade per le altre soluzioni software concorrenti) non aiuta a migliorare il risultato, determinato dalla non reale interazione tra progetto e manutenzione.

Grazie a ManTus BIM la pianificazione della manutenzione dell’opera parte direttamente dalla progettazione, entrando a pieno titolo nel processo BIM.

ManTus BIM è la nuova versione del programma per la redazione dei Piani di manutenzione di ACCA, il leader italiano del software e della tecnologia BIM: utilizzato da migliaia di tecnici e dotato di un vasto archivio di oltre 5000 elementi manutenibili e 300 unità tecnologiche, ManTus è il primo software italiano del suo settore ad abbracciare la tecnologia BIM.

ManTus-IFC

Con ManTus BIM il tecnico ha a disposizione lo strumento ideale per prevedere e programmare le attività di manutenzione prima che l’opera stessa sia realizzata e redigere il Piano veramente in fase di progettazione, come richiesto dall’articolo 38 del DPR 207/2010.

art. 38, D.P.R. 207/2010

1: Il piano di manutenzione è il documento complementare al progetto esecutivo che prevede, pianifica e programma, tenendo conto degli elaborati progettuali esecutivi effettivamente realizzati, l’attività di manutenzione dell’intervento al fine di mantenerne nel tempo la funzionalità, le caratteristiche di qualità, l’efficienza ed il valore economico.

8: …………….. il programma di manutenzione, il manuale d’uso ed il manuale di manutenzione redatti in fase di progettazione ……………………

Potendo redigere il Piano di Manutenzione direttamente dai modelli BIM in formato IFC durante la fase di progettazione della costruzione il tecnico può:

  • definire in tempo reale gli impegni manutentivi delle diverse ipotesi progettuali;
  • coadiuvare i progettisti nelle scelte progettuali alla ricerca delle migliori performance di manutenzione quando la costruzione sarà realizzata;
  • verificare il rispetto dei livelli prestazionali ambientali dichiarati in fase di gara e inseriti tra le specifiche tecniche e le clausole contrattuali dell’appalto dell’opera pubblica.

Il software offre alcune funzionalità innovative quali:

  • la possibilità di visualizzazione dei file IFC di modelli virtuali 3D dei principali software di BIM authoring (Edificius®, Revit®, ArchiCAD®, Allplan®, Tekla®, VectorWorks®) con tutte le informazioni utili per la redazione del piano di manutenzione, senza necessità di utilizzare nessun altro software o visualizzatore esterno;
  • la possibilità di modificare direttamente sul modello 3D della costruzione tutti i dati di manutenzione come le modalità di fruizione e conservazione del bene, le anomalie riscontrabili, gli schemi e le rappresentazioni grafiche, il livello minimo delle prestazioni, le descrizioni delle risorse necessarie per l’intervento manutentivo, ecc. Per scoprire di più su ManTus clicca qui 

Copyright © - Riproduzione riservata
La progettazione BIM migliora l’interazione tra progetto e piano di manutenzione Ingegneri.info