L’isolamento acustico secondo Wienerberger: arriva Porotherm BIO MOD Sonico | Ingegneri.info

L’isolamento acustico secondo Wienerberger: arriva Porotherm BIO MOD Sonico

Con Porotherm BIO MOD Sonico, Wienerberger lancia sul mercato una nuova soluzione che garantisce 58 dB di isolamento acustico su appena 25 cm di spessore

Assonometria acustica Porotherm BIO MOD Sonico Wienerberger
Assonometria acustica Porotherm BIO MOD Sonico Wienerberger
image_pdf

Fra i maggiori leader nella produzione di laterizi a alte prestazioni, Wienerberger mette al centro l’isolamento acustico e presenta Porotherm BIO MOD Sonico, innovativa soluzione in laterizio le pareti divisorie tra unità abitative. Vediamo le caratteristiche tecniche e le elevate prestazioni.

Wienerberger dice stop al rumore con Porotherm BIO MOD Sonico

Porotherm BIO MOD Sonico è un unico blocco che, semplicemente intonacato, è in grado di raggiungere un potere fonoisolante Rw pari a 58 dB, su appena 25 cm di spessore, andando quindi a ottimizzare al massimo la superficie utile tra due unità immobiliari attigue. Il segreto di questo successo va ricercato in una delle caratteristiche principali dei laterizi, cioè l’elevata massa superficiale, a cui si deve il miglioramento delle già ottime prestazioni acustiche delle tramezze Porotherm di Wienerberger, abbinata in questo caso a una bassa percentuale di foratura (35%),

La normativa di riferimento per l’acustica in edilizia (DPCM 5/12/97 che definisce i valori di rumore riscontrabili all’interno degli edifici) stabilisce, tra unità immobiliari, un valore minimo di isolamento acustico pari a 50 dB.

Per ottenere un isolamento dai rumori a regola d’arte è però fondamentale prestare molta attenzione alla posa in opera affinché questa avvenga nel modo più preciso possibile. Al di là della scelta delle soluzioni più indicate, la posa è infatti l’elemento cruciale che sancisce il controllo dei rumori aerei: per rispettare il limite di 50 dB stabilito dalla normativa è necessario realizzare murature con valori fonoisolanti, certificati in laboratorio, pari ad almeno 53/55 dB perché durante la messa in opera si può verificare una dispersione di circa 3/5 dB causata da una posa errata dei laterizi e della malta.

Per assicurare al progettista il più ampio margine di sicurezza possibile diventa quindi estremamente importante scegliere sistemi costruttivi che, oltre a caratterizzarsi per prestazioni acustiche elevate, siano anche facili da posare. Proprio da qui nasce l’idea di Wienerberger di sviluppare un blocco monostrato che, con un’unica posa, è in grado di garantire un valore fonoisolante di 58 dB, superando di quasi il 20% quanto imposto dalla normativa.

Prestazioni termiche e energetiche di Porotherm BIO MOD Sonico

Dal punto di vista termico, in ottemperanza ai valori richiesti dalla Legge 90/2013 in materia di prestazioni energetiche, Porotherm BIO MOD Sonico, già sullo spessore 25 cm (il blocco può essere montato anche sullo spessore 30 cm), offre una trasmittanza termica tra unità immobiliari inferiore a 0,80 W/m2k. L’abbinamento tra prestazioni acustiche e termiche fa sì che non si renda necessaria la costruzione di doppie pareti tra le unità abitative, riducendo il tutto a un’unica semplice posa.

Wienerberger è presente al Saie 2018, dove spicca fra le aziende che hanno contribuito al nuovo progetto di riqualificazione firmato Stefano Boeri architetti per l’azienda Cazzaro Costruzioni: Ca’ delle Alzaie a Treviso.

Copyright © - Riproduzione riservata
L’isolamento acustico secondo Wienerberger: arriva Porotherm BIO MOD Sonico Ingegneri.info