Prevenzione incendi nelle scuole: cosa cambia con le nuove norme e come aggiornarsi? | Ingegneri.info

Prevenzione incendi nelle scuole: cosa cambia con le nuove norme e come aggiornarsi?

Il DM 7 agosto 2017 consente strategie “su misura” di prevenzione antincendio in edifici per attività scolastiche. Fra gli oltre 60 corsi online e in aula, Beta Formazione propone ai professionisti 3 corsi sulla sicurezza antincendio

Beta_Antincendio_ok
image_pdf

E’ entrato in vigore, il 25 agosto scorso, il DM 7 agosto 2017 con il quale viene approvata la nuova normativa in merito alla prevenzione incendi nelle scuole: si tratta di una norma tecnica verticale – la quarta, dopo quella relativa agli uffici, agli alberghi e alle autorimesse – che prevede interventi di prevenzione negli edifici o locali adibiti ad attività scolastica di ogni ordine, grado e tipo, nei collegi e nelle accademie, con più di 100 occupanti, esclusi gli asili nido, le scuole aziendali e gli ambienti didattici ubicati all’interno di attività non scolastiche per le quali, comunque, le presenti norme possono costituire un utile riferimento. Tuttavia nulla vieta, nel caso gli occupanti siano meno di 100, di fare riferimento alla norma appena emanata.

Con la nuova norma il progettista e il professionista antincendio hanno la possibilità di optare per una strategia di prevenzione e di protezione antincendio “su misura”; partendo dalla specifica realtà in cui si trova ad operare, può scegliere, a parità di sicurezza, la soluzione più conveniente anche dal punto di vista economico. L’applicazione “prestazionale” è facoltativa e può essere utilizzata dal progettista in alternativa alle norme precettive disposte dal DM 26 agosto 1992.

Le due norme (nuovo metodo prestazionale e vecchia normativa prescrittiva), tuttavia, continueranno a coesistere fino al 31 dicembre 2019, data in cui il Ministero dell’Interno e il MIUR termineranno il monitoraggio dell’applicazione della nuova norma, riservandosi la possibilità di apportarvi delle correzioni e valutando l’eventuale abrogazione delle regole tecniche verticali precettive esistenti. E come succede ogni volta che ci si trova di fronte a cambiamenti normativi, i professionisti interessati non devono farsi trovare impreparati.

Con i corsi online e in aula, proposti, preparati e organizzati da Beta Formazione, azienda leader nella formazione professionale, i professionisti possono soddisfare le loro necessità di aggiornamento. Sono, infatti, oltre 60 i corsi che l’azienda di Lugo di Romagna è in grado di allestire tutto l’anno a beneficio dei professionisti interessati, permettendo loro di acquisire, consolidare e “rinfrescare” competenze e conoscenze necessarie per il loro lavoro e per sostenere i ritmi di un mondo in costante e continua evoluzione.

Tra questi, spicca il corso antincendio, che fornisce al lavoratore sia i principi di base della prevenzione incendi, sia le azioni da attuare in presenza di un incendio sia ancora gli elementi essenziali per una corretta gestione delle situazioni in caso di emergenza. A questi, poi, si aggiungono il corso di sicurezza antincendio nelle autorimesse e il corso di sicurezza antincendio nelle centrali termiche, a completare così l’offerta formativa dell’azienda romagnola in un settore così delicato e importante.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Prevenzione incendi nelle scuole: cosa cambia con le nuove norme e come aggiornarsi? Ingegneri.info