Saie 2018: focus su bioedilizia e BIM per Isotex | Ingegneri.info

Saie 2018: focus su bioedilizia e BIM per Isotex

Dai materiali naturali per la bioedilizia alla progettazione bim, passando per una produzione green, ecco tutte le novità che Isotex presenterà a Saie 2018 (Pad. 25 – Stand A49)

Certificazioni Isotex
Certificazioni Isotex
image_pdf

Dai materiali naturali per la bioedilizia, all’architettura sostenibile, basata anche sull’utilizzo di materiali naturali e di qualità e su un processo produttivo green e a basso impatto ambientale, fino al cruciale passaggio della creazione di una libreria di oggetti BIM: la proposta di novità di Isotex (Pad. 25 – Stand A49) per Saie 2018 (Bologna 17-20 ottobre) è sicuramente ricca. Vediamola nei dettagli.

Architettura sostenibile ed ecologia sono aspetti fondamentali per Isotex. I nostri prodotti sono progettati seguendo i principi della bioedilizia: materie prime naturali e di qualità, un processo produttivo a basso impatto ecologico per ottenere un prodotto che favorisce il risparmio energetico e migliora la qualità della vita abitativa, riducendo l’inquinamento acustico e l’insorgere di condense e muffe, nocive per il microclima interno alle abitazioni e quindi per la salute umana.

Troviamo la riprova di quanto sopra riportato nelle numerose certificazioni ottenute. Isotex è accreditata presso ANAB (Associazione Nazionale Bioedilizia) ed è sottoposta a periodici e scrupolosi controlli da parte dell’ente certificatore ICEA per il rilascio del certificato dei materiali per la Bioedilizia. Lo provano le certificazioni ottenute in ambito di Etica Ambientale, Crediti LEED, Protocollo ITACA redatto da ANIT. Inoltre, ISOTEX sta per ottenere l’etichetta EPD (Dichiarazione Ambientale di Prodotto) per tutta la gamma Blocchi, solai ed elementi per barriere acustiche.

La bioedilizia al centro: materie prime ecologiche

Le materie prime utilizzate per ottenere il conglomerato in legno cemento con cui si producono blocchi, solai, tramezze, barriere acustiche, vengono rigorosamente selezionate. Tutti i nostri prodotti sono realizzati utilizzando esclusivamente materie prime naturali nel rispetto dell’ambiente. Il legno di abete di recupero non trattato proveniente dalle segherie, che riduce il ricorso a materie prime vergini, è scrupolosamente controllato ad ogni consegna per garantire che sia privo di qualsiasi inquinante. Il cemento utilizzato per il conglomerato legno cemento è Portland puro al 99%.

Bioedlizia

Processo produttivo green e a basso impatto ambientale

Le celle di essicazione raggiungono al massimo una temperatura di 50° C. Vengono alimentate da una caldaia a legna che utilizza come combustibile parte del legname usato per la produzione, con una notevole riduzione dei consumi e delle emissioni in atmosfera. I prodotti difettosi e gli scarti di fresatura, vengono macinati e reinseriti nel processo produttivo, non disperdendo quindi alcun rifiuto nell’ambiente. Durante il processo produttivo non vengono utilizzate sostanze chimiche o additivi di nessun genere.

Lo stabilimento Isotex

Lo stabilimento Isotex

Per Isotex è tempo di BIM

Cos’è il BIM, ovvero Building Information Model? Definito “una rivoluzione” o meglio una “grande trasformazione” per l’ambiente del costruito? Utilizzato nel settore AEC (Architecture, Engineering, Construction), la metodologia BIM consente di integrare su una piattaforma digitale evoluta tutte le informazioni (in forma di dati, grafici, disegni, documenti tecnici, ecc) inerenti l’oggetto da realizzare, nello specifico un edificio, lungo il suo intero ciclo di vita.

BIM Isotex

All’interno di un unico sistema di modellazione 3D, tutti gli attori del processo, quali ingegneri, architetti, impiantisti, fornitori, collaudatori e imprese edili, partecipano in modo collaborativo alle diverse fasi progettuali e di costruzione, nell’ottica di ottimizzare la pianificazione, realizzazione, gestione e manutenzione dell’edificio, e per una maggiore sostenibilità del progetto. Nel modello tridimensionale si integrano le informazioni ricavate dai dati tecnici dei diversi elementi che concorrono alla costruzione dell’edificio. In questo modo si garantisce non solo la validità dei dati inseriti in qualsiasi momento, ma anche la sicurezza nell’interazione e trasmissione dei dati fra le varie piattaforme software che partecipano alla realizzazione del progetto per avere, finalmente, una gestione completa e integrata della commessa.

I vantaggi della metodologia BIM:

  • il passaggio a un’organizzazione meno complessa per la realizzazione del progetto, –
  • la riduzione degli errori in fase operativa,
  • la diminuzione di tempi, costi ed errori di progettazione e realizzazione,
  • una maggiore interoperabilità,
  • più produttività nei processi,
  • un controllo più efficace e puntale di tutto il progetto 

Isotex ha scelto di adottare la metodologia BIM per consentire a tutti i professionisti del settore delle costruzioni di utilizzarne le potenzialità, in maniera efficiente e sicura. Da gennaio 2018, infatti, il sistema costruttivo Isotex, blocchi cassero e solai in legno cemento, è disponibile su BIM Object, il maggiore portale europeo per la gestione di oggetti BIM. Scarica tutti gli oggetti e inizia a progettare.

Isotex vi aspetta al Saie 2018 presso il Pad. 25 – Stand A49.

Copyright © - Riproduzione riservata
Saie 2018: focus su bioedilizia e BIM per Isotex Ingegneri.info