Solai tra rischi e criticità: 4 errori da evitare nella manutenzione | Ingegneri.info

Solai tra rischi e criticità: 4 errori da evitare nella manutenzione

Una guida per prevenire rischi e criticità di solai e controsolai, evitando danni strutturali e non strutturali, ,e due soluzioni specifiche e certificate: SICURTECTO® e PRETECTO®

Problemi_solai
image_pdf

Il solaio è tra gli elementi più critici dell’edilizia. È quanto emerge dall’analisi dello stato di fatto: in un anno sono stati raccolti e analizzati 255 casi di cronaca legati alle vulnerabilità del costruito, e ben 115 erano dovuti a problemi del solaio.

I dati aggiornati al 2018 confermano la tendenza di 1 crollo ogni 4 giorni: un dato preoccupante che testimonia la diffusione dei degradi al solaio e impone massima priorità alla manutenzione dell’impalcato. Alcuni dati si possono trovare nello studio Osservatorio Solai 2017.

Mettere in sicurezza i solai è quindi la priorità per proteggere le persone da crolli e tutelare i professionisti da imprevisti. Si tratta di un compito delicato perché in gioco c’è la sicurezza e anche una disattenzione può provocare pericoli. A questo proposito, in questo articolo sono stati raccolti gli errori più frequenti nella gestione dei solai, in modo da fornire un monito nelle scelte di manutenzione da intraprendere. Ecco qui di seguito i 4 errori da evitare per garantire la sicurezza dei solai.

1. Errore 1: Sottovalutare i rischi legati al solaio
I dati parlano chiaro: i solai sono tra gli elementi più critici nel costruito e comportano anche conseguenze gravi per la sicurezza delle persone.
Il problema più diffuso è di natura non strutturale ed è lo sfondellamento, che provoca il distacco improvviso di fondelli, pignatte e intonaco. Non comporta conseguenze strutturali, ma è estremamente pericoloso per le persone: lo sfondellamento di 1mq pesa fino a 75 kg, e in una stanza di 20mq può raggiungere anche un peso di 1500 kg. Ovviamente un crollo di tale entità danneggia gli ambienti e comporta conseguenze tragiche per le persone.
I problemi strutturali fortunatamente sono meno frequenti, ma mettono a rischio la stabilità dell’impalcato. Solai snelli, eccessivamente flessibili, ferri ammalorati, prove di carico non superate sono alcune situazioni che testimoniano problemi strutturali e richiedono l’intervento dei tecnici. Se ignorate, queste situazioni peggiorano nel tempo e portano all’inagibilità degli ambienti, o peggio, il cedimento di tutto il solaio.

2. Errore 2: Aspettare la comparsa di segnali di allarme
Macchie di umidità, fessure sul solaio, avvallamenti e deformazioni dell’impalcato sono sintomi comuni di degradi innescati nel solaio, ma non sempre ci sono segnali d’allarme visibili ad occhio nudo.
Sono diversi gli episodi in cui il distacco è avvenuto senza alcun preavviso apparente, perché sul solaio non si erano manifestati sintomi visibili. Questi casi denotano che non è possibile aspettare segnali di degrado per interessarsi alla salute del solaio, ma che occorre pianificare controlli periodicamente oppure mettere in sicurezza in via preventiva per disinnescare rischi anche futuri.
Mettere in sicurezza è l’unica soluzione che elimina definitivamente i rischi legati al solaio e che ne evita l’evoluzione.

3. Errore 3: Tamponare il problema con soluzioni generiche
Lasciare avanzare il degrado dei solai senza contrastarlo comporta conseguenze gravi, ma anche intervenire con soluzioni non efficaci porta ai medesimi risultati. Infatti, per mettere in sicurezza i solai non bastano soluzioni generiche o rattoppi temporanei. Lo dimostrano anche i casi più recenti, in cui per contenere lo sfondellamento erano state applicate reti che poi hanno ceduto improvvisamente, oppure i casi di sistemi non certificati che sono crollati insieme a pignatte e intonaco.
Riconoscere la natura del problema al solaio è fondamentale, ed è importante prevedere interventi specifici che vadano ad agire in modo mirato a seconda delle esigenze di ogni solaio.
Per proteggere i solai dallo sfondellamento sono necessari specifici sistemi antisfondellamento, certificati per contenere pesi elevati anche nelle situazioni estreme.
Per proteggere i solai da problemi di natura strutturale sono necessari sistemi testati e certificati nel miglioramento del comportamento del solaio.
Tutte le soluzioni adottate devono essere progettate e installate da personale specializzato, che sappia studiare la posa in opera su misura e definitiva in ogni situazione.

4. Errore 4: Pensare che la messa in sicurezza sia invasiva
Non sono necessari interventi dispendiosi per mettere in sicurezza i solai. È necessario intervenire con soluzioni certificate, ma devono essere anche accessibili, per agevolare la protezione senza ricorrere ad azioni distruttive, lunghe e costose.

Soluzioni per la messa in sicurezza dei solai
La conoscenza specializzata nella sicurezza dei solai è oggetto di studio dell’azienda Sicurtecto Srl da oltre 25 anni. La ricerca continua e l’esperienza acquisita sul campo hanno consentito all’azienda di sviluppare soluzioni specifiche e certificate nella la messa in sicurezza dei solai.

Due soluzioni specifiche contro i rischi e le criticità legate a solai e controsolai:

SICURTECTO® è il sistema antisfondellamento per risolvere i problemi non strutturali del solaio quali sfondellamento e distacco di intonaco.

PRETECTO® è il controsolaio che rinforza e migliora il comportamento strutturale del solaio.

Sicurtecto_500x342_w

Pretecto_500x342_w

SICURTECTO® e PRETECTO® sono soluzioni certificate per garantire la massima sicurezza dei solai, ma anche pratiche per interventi veloci e non invasivi. Adottano una speciale tecnologia a secco che consente infatti di contenere tempi, invasività e costi dell’intervento senza andare a discapito delle prestazioni di sicurezza.

L’antisfondellamento SICURTECTO® e il controsolaio PRETECTO® sono infatti le uniche soluzioni per la messa in sicurezza dei solai che garantiscono la protezione definitiva grazie al rilascio di due certificati dopo ogni installazione. Il certificato del Politecnico di Milano garantisce le capacità dei sistemi in seguito all’esecuzione di rigidi test effettuati in laboratorio. Il Certificato della Posa in Opera viene invece rilasciato dopo aver valutato la corretta installazione del sistema in seguito ad ogni intervento.

sicurtecto_pretecto

Le caratteristiche di praticità e sicurezza dei sistemi SICURTECTO® e PRETECTO® consentono ai tecnici di prevenire la diffusione dei problemi ai solai, tutelarsi da imprevisti e garantire la sicurezza negli ambienti gestiti. Il supporto di una squadra di specialisti, focalizzati da sempre nella sicurezza dei solai, impedisce errori nella manutenzione e assicura la protezione completa dell’impalcato.

Per ulteriori informazioni, l’azienda Sicurtecto Srl mette a disposizione approfondimenti sulle problematiche dei solai e documentazione tecnica sul sistema antisfondellamento SICURTECTO® ed il controsolaio PRETECTO® . Richiedila compilando questo modulo.

Copyright © - Riproduzione riservata
Solai tra rischi e criticità: 4 errori da evitare nella manutenzione Ingegneri.info