Sonnen e il futuro dell’energia solare a MCE 2018 | Ingegneri.info

Sonnen e il futuro dell’energia solare a MCE 2018

La SonnenCommunity è pronta a rivoluzionare l’approccio alle energie rinnovabili, e lo ha confermato a MCE 2018 presentando soluzioni innovative

© sonnen
© sonnen
image_pdf

Forte dei crescenti primati raggiunti negli ultimi anni, tra i quali quello di una delle 50 aziende più smart al mondo, Sonnen ha presentato all’ultima edizione di MCE- Mostra Convegno Expocomfort importanti e rivoluzionarie novità nell’ambito delle energie rinnovabili.

Batterie intelligenti Sonnen

La SonnenBatterie eco 9.43 è la più recente evoluzione del sistema di storage ideato da Sonnen per essere abbinato a un impianto fotovoltaico, ma anche a un impianto di cogenerazione o a un generatore eolico o, ancora, a una pompa di calore. Il sistema smart di elettronica integrata gestisce il consumo di energia per tutta la giornata, accumulandola quando è in eccesso, pronta a rilasciarla quando è necessario.
La SonnenBatterie eco 9.43 è stata sviluppata come sistema modulare, eventualmente espandibile anche in un secondo momento, con moduli compresi in un range tra 2,5 kWh e 15 kWh di capacità, per soddisfare le esigenze di una clientela diversificata, che col tempo potrebbe modificare il proprio fabbisogno energetico. Sonnen ha pensato anche alle imprese: se, ad esempio, un’azienda dovesse richiedere maggiore potenza è possibile collegare più SonnenBatterie configurate come un gruppo in cascata, aumentando così la capacità e la potenza della SonnenBatterie, fino ad un massimo di 45 kWh.

La SonnenBatterie eco 9.43 utilizza la tecnologia al litio ferro fosfato, elemento distintivo delle soluzioni Sonnen rispetto al resto del mercato. È certificata CEI 021 per ambienti domestici e garantita per 10 anni, pari a 10.000 cicli. È inoltre un oggetto di design, che si adatta perfettamente a qualsiasi ambiente domestico con un particolare appeal estetico. A differenza di altri sistemi di accumulo presenti sul mercato, la SonnenBatterie eco 9.43 è inoltre all-in- one, già pronta per essere installata, è completa di elettronica e funziona come vero e proprio energy manager per monitorare e ottimizzare in automatico anche i consumi di tutti gli elettrodomestici dell’abitazione.

Verso il futuro dell’indipendenza energetica

La nuova SonnenBatterie eco 9.43 rappresenta però solo la punta dell’iceberg di un processo radicale di trasformazione del panorama energetico da tempo avviato da Sonnen: “La SonnenBatterie – spiega Vincenzo Ferreri, Country General Manager – è già predisposta per le smart grid e per l’energy sharing, che in Germania sono già realtà. In Italia, se si acquista una SonnenBatterie e si entra a far parte della SonnenCommunity, si può diventare indipendenti dai fornitori convenzionali di energia, azzerando completamente la propria bolletta elettrica grazie a una formula innovativa. Infatti, la notte, una volta scaricata completamente la batteria, il consumo residuo di energia è comunque compreso all’interno dell’abbonamento alla SonnenCommunity”.

Una ricarica “integrata”

La stazione di ricarica per auto elettriche per la prima volta collega l’utilizzo di energia pulita alle auto elettriche, secondo un concetto integrato totalmente innovativo. Il box “intelligente” consente di caricare le auto elettriche in modo automatico, sfruttando l’energia solare autoprodotta dal tetto o dalla SonnenBatterie. Sono possibili diverse modalità di carica, affinché l’utente possa scegliere, ad esempio, se caricare la propria auto nel modo più veloce possibile o con la percentuale massima di energia solare autoprodotta. Per poter ogni volta controllare o modificare direttamente il ciclo di carica, gli utenti ricevono anche una App di semplice utilizzo, appositamente progettata per la stazione di ricarica Sonnen.

La grande novità della stazione di ricarica Sonnen consiste nella possibilità di collegare le vetture alla SonnenCommunity. Le auto elettriche diventano così parte integrante della centrale virtuale Sonnen, composta da generatori di energia, sistemi di accumulo e consumatori di energia pulita. Se, ad esempio, l’energia solare autoprodotta è insufficiente per caricare la propria vettura, è possibile utilizzare l’energia in eccesso prodotta dagli altri membri della SonnenCommunity. La mobilità elettrica e la produzione di energia pulita crescono insieme.

“Con il nostro pool di batterie colleghiamo già migliaia di accumulatori domestici che danno vita alla più grande centrale virtuale al mondo di questo tipo. Con la stazione di ricarica Sonnen possiamo ora coinvolgere anche le auto elettriche e a loro volta utilizzarle come accumulatori flessibili collegati in rete”. Da questa modalità di impiego innovativa traggono ugualmente beneficio sia le reti elettriche che i consumatori”, ha dichiarato Philipp Schröder, responsabile vendite e marketing di Sonnen.

In quanto membri della SonnenCommunity, i proprietari di auto elettriche possono usufruire anche della tariffa SonnenFlat, che consente alle utenze domestiche di avere a disposizione fino a 8.000 kWh di elettricità gratuita all’anno. Con un consumo domestico presunto di 5.000 kWh, rimangono 3.000 kWh disponibili per la carica dell’auto, pari a una percorrenza di 15.000-17.000 km. Le utenze domestiche possono così risparmiare non solo sui costi dell’elettricità, ma anche su quelli degli spostamenti, diventando indipendenti dall’aumento dei prezzi dell’energia.

Il collegamento in rete delle auto elettriche alla SonnenCommunity risolve anche un altro problema che diventa sempre più serio per le città e i comuni, man mano che aumenta il numero di auto elettriche. “La mobilità elettrica può funzionare solo se diventa una componente attiva del sistema energetico. Molte reti locali non sono concepite per far fronte al numero crescente di auto elettriche. Invece di dover ricorrere a lavori stradali invasivi per la posa in opera di cavi più potenti, proponiamo una soluzione sostenibile che consente di integrare le vetture nella rete sin dall’inizio, così da poter controllare il comportamento di carica in modo intelligente e proteggere le reti dal sovraccarico”, prosegue Philipp Schröder.

Oltre al vantaggio di alleggerire il carico sulle reti locali grazie a questo sistema intelligente, le vetture potranno diventare anche parte integrante del pool di sistemi di accumulo Sonnen e, funzionando come una mega-batteria virtuale, potranno contribuire ad assorbire l’energia eolica in eccesso. Non sarà quindi necessario regolamentare inutilmente le energie rinnovabili, che potranno così essere meglio sfruttate. Parallelamente, questo concetto aiuta anche a mantenere stabile la rete elettrica.

Oggi Sonnen collega già in rete migliaia di accumulatori domestici nel pool di batterie decentralizzate più grande al mondo, in grado di ovviare ai cali di tensione sulla rete elettrica, rendendola così più flessibile per l’integrazione di energia rinnovabile solare ed eolica.

La stazione di ricarica Sonnen può essere già ordinata e sarà disponibile, per il momento solo per il mercato tedesco, a partire dal secondo trimestre 2018. Con la spina di tipo 2 è possibile caricare fino a 22 kW quasi tutti i modelli di auto elettriche disponibili sul mercato. Per i nuovi membri della SonnenCommunity con SonnenFlat 8000, il caricatore Sonnen è gratuito, con un ulteriore risparmio di costi per il passaggio a una mobilità pulita e in autonomia.

Ulteriori informazioni sul sito della SonnenCommunity.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sonnen e il futuro dell’energia solare a MCE 2018 Ingegneri.info