Alta velocita': aprono due nuove stazioni firmate da ‘archistar' | Ingegneri.info

Alta velocita’: aprono due nuove stazioni firmate da ‘archistar’

wpid-16942_bologna.jpg
image_pdf

Domenica 9 giugno aprono ai viaggiatori le nuove stazioni dell’alta velocità di Bologna e di Reggio Emilia. La prima è realizzata per diventare un importante nodo d’interscambio ferro/ferro fra la “metropolitana veloce d’Italia” e il trasporto regionale di superficie. 

La nuova stazione av di Bologna, posta a 23 metri sotto la superficie, si inserisce in un più ampio intervento sulla stazione di Bologna che prevede la realizzazione di un nuovo complesso integrato di 42.000 metri quadrati come fulcro della mobilità in cui convergano i traffici ferroviari nazionali e internazionali, l’alta velocità, quelli regionali e metropolitani e il trasporto pubblico urbano. Il progetto della nuova Bologna Centrale è stato sviluppato da Arata Isozaki, a capo di un gruppo di progetto formato da Ove Arup & Partners e dallo studio italiano M+T & Partners, vincitore del concorso internazionale bandito da Rfi nel giugno 2007.

La stazione Reggio Emilia AV Mediopadana, posta lungo la Milano-Bologna, è progettata dall’architetto catalano Santiago Calatrava, autore anche dei tre progetti per i ponti di scavalcamento dell’autostrada. La stazione sarà servita da nuove strade e parcheggi – costruite dagli enti territoriali – per consentire ai passeggeri del futuro servizio l’interscambio con altri mezzi di trasporto nell’ottica di far confluire a Reggio Emilia la linea veloce, la linea del Servizio ferroviario regionale Reggio Emilia-Guastalla, bus e pullman locali, flussi provenienti dall’adiacente autostrada A1.

Guarda il video della stazione av di Bologna

Copyright © - Riproduzione riservata
Alta velocita’: aprono due nuove stazioni firmate da ‘archistar’ Ingegneri.info