Cantina Pizzolato, il progetto tra edilizia a km zero e vini vegani | Ingegneri.info

Cantina Pizzolato, il progetto tra edilizia a km zero e vini vegani

Il progetto di restyling della Cantina Pizzolato di Villorba (Treviso), realizzato da Made Associati in collaborazione con Itlas, è un esempio di architettura a chilometro zero che utilizza materiali locali e biologici

© Francesco Galiffi
© Francesco Galiffi
image_pdf

La Cantina Pizzolato, produttore di vini biologici e vegani situato a Villorba in provincia di Treviso, ha rinnovato i propri uffici e laboratori di produzione affidando allo studio locale Made Associati il progetto di riqualificazione. Con l’obiettivo di riflettere, attraverso l’architettura, l’impronta biologica che contraddistingue l’azienda da 35 anni, Michela De Poli e Adriano Marangon (Made Associati) hanno progettato una ‘architettura del vinoa chilometro zero che utilizza unicamente risorse locali del Trevigiano.

Pizzolato_1

Il legno di faggio, proveniente da una foresta sostenibile e biologica, è il materiale predominante della Cantina Pizzolato © Made Associati

Facciate, pavimenti interni, superfici esterne e complementi d’arredo sono stati realizzati esclusivamente in legno di faggio, proveniente dalla Foresta controllata del Cansiglio (al confine tra Veneto e Friuli) e prodotto dall’azienda Itlas situata a Cordignano di Treviso, distante solo 25 km dal cantiere. Una materia prima che testimonia la sensibile attenzione della Cantina verso i prodotti naturali e di qualità, essendo la foresta certificata secondo i principi della gestione sostenibile e della salvaguardia dell’ecosistema (certificazione Pefc, Programme for endorsement of forest certification). Tagliato nell’ottobre 2015, il legno è stato lasciato naturale per pavimenti e arredi (circa 1.500 mq) mentre ha subito un trattamento di termocottura per l’utilizzo esterno sotto forma di brise soleil verticali (circa 1.000 mq) che vanno a comporre la pelle di rivestimento dell’edificio, armonizzando l’impatto della struttura sulla campagna.

La Cantina Pizzolato si presenta quindi con una veste nuova che integra i fabbricati esistenti adibiti alla lavorazione con un nuovo edificio disposto in successione a quelli esistenti per creare una volumetria compatta e un’immagine omogenea, oltre a una migliore funzionalità degli interni. La nuova struttura, lunga e stretta, ospita uno spazio di vendita per i vini, una sala degustazione e gli uffici del personale, ed è stata progettata con grande attenzione al rapporto con l’esterno e con il paesaggio circostante. Come un cannocchiale essa si apre infatti in direzione sud, ove ampie vetrate si affacciano verso i vigneti circostanti con l’intento di collegare l’intorno coltivato alla realtà aziendale.

Approfondisci: L’uso del BIM per Cantina Pizzolato

Allo stesso modo un’ampia pedana in legno, arricchita da oasi verdi, segna l’ingresso per il pubblico alla cantina lungo la facciata principale (lato ovest), creando una nuova spazialità esterna pensata per eventi e degustazioni all’aperto. Questa piazzetta appare infatti in continuità con l’interno, come una diretta espansione della zona di vendita, grazie all’ampia vetrata orizzontale che permette un’integrazione degli spazi. Gli interni sono contraddistinti da un’atmosfera minimalista dettata da arredi semplici e tonalità chiare del legno; un forte cromatismo e una maggiore matericità sono invece trasmessi dal rivestimento in brise soleil in legno. Un percorso didattico ad L accompagna i visitatori all’interno dell’azienda e permette di osservare tutte le fasi produttive, dal vigneto alla degustazione.

Pizzolato_2

La nuova architettura in legno, progettata con l’intento di collegare il paesaggio coltivato alla realtà aziendale © Made Associati

Scheda del progetto
Progettista: MADE associati; architetti Adriano Marangon e Michela De Poli; coll. arch. Francesco Faggian
Superficie lotto: 7.200 mq
Superficie coperta: 2.600 mq
Volume: 21.000 mc
Ubicazione: Villorba, Treviso
Cronologia: progetto 2013-14; esecuzione lavori novembre 2014 – maggio 2016
Committente: La Cantina Pizzolato, Villorba (Tv)
Ditta Esecutrice: Impresa Sernagiotto Angelino Costruzioni srl, Camalò di Povegliano (TV)
Strutture: ing. Andrea Rigato
Fornitura legno: Itlas (Cordignano, TV) – facciata, pavimenti interni ed esterni, arredi

Leggi anche: Aziende vinicole: perché è importante ridurre la vulnerabilità sismica

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Cantina Pizzolato, il progetto tra edilizia a km zero e vini vegani Ingegneri.info