Coperture inclinate trasparenti: strutture e vantaggi | Ingegneri.info

Coperture inclinate trasparenti: strutture e vantaggi

Le coperture inclinate trasparenti consentono l’ingresso della luce dall’alto all’interno degli ambienti

Seattle, Seattle Public Library, struttura a montanti e traversi non ortogonali, OMA, 1999-2004
Seattle, Seattle Public Library, struttura a montanti e traversi non ortogonali, OMA, 1999-2004
image_pdf

Le coperture inclinate trasparenti sono realizzate, in genere, secondo lo schema della parete continua, con struttura secondaria a montanti e traversi. La struttura secondaria che regge le coperture vetrate inclinate può essere in acciaio, alluminio o legno. Rispetto ai profili in acciaio, i profili in alluminio consentono un più agevole taglio termico, e i profili in legno abbisognano in misura minore di taglio termico.

Fig166-1

Struttura di copertura verticale a basso costo in legno per una serra. Si noti il supporto intermedio ai correnti trasversale alla pendenza, posizionato inferiormente a essi

Fig166-2

New South Wales, Australia, casa Fredericks a Jamberoo, vista interna di parte di copertura trasparente realizzata con il principio di una parete inclinata continua, Glenn Murcutt, 1982

I profili in acciaio sono però più resistenti dal punto di vista meccanico, e perciò potenzialmente più sottili. Poiché il taglio termico è posizionato nello spazio tra profilo strutturale e coprigiunto-premivetro, esso può comunque essere presente anche nelle copertura continue con struttura in acciaio.
Non necessariamente i profili devono seguire la linea di pendenza o essere ortogonali tra loro. Questa è semplicemente la soluzione più economica e perciò di gran lunga più praticata.

Fig166-4

Taliesin West, copertura traslucida con struttura in legno nel soggiorno dell’abitazione di Wright, Frank Lloyd Wright, 1937-1959

Nel caso in cui siano presenti profili premivetro coprigiunto trasversali alla pendenza, essi devono risultare poco rilevati rispetto al piano delle vetrazioni, e conformati in modo tale da non ostacolare il deflusso dell’acqua. Quella di prevedere in corrispondenza dei traversi dei coprigiunto molto bassi, sigillati con la massima attenzione è la soluzione di molti produttori, ricorrente in varie versioni proprietarie.

Fig166-5

Sezioni trasversali di due coperture trasparenti inclinate. Nel caso a sinistra, è assente il premivetro coprigiunto, che è invece presente in direzione della pendenza, in corrispondenza dei correnti. Nel caso a destra, in corrispondenza dei traversi è stato adottato un premivetro molto basso

In linea generale, è bene che le coperture inclinate trasparenti siano dotate di profili coprigiunto disposti nella direzione della massima pendenza, ma non di profili coprigiunto trasversali ad essa, affinché questi non ostruiscano il deflusso dell’acqua.

Una soluzione per evitare la presenza di profili coprigiunto trasversali alla pendenza è quella di posizionare i profili di sostegno in modo tale da consentire la sovrapposizione delle lastre di vetro a monte sulle lastre di vetro a valle, senza impiego di profili coprigiunto.
Una seconda, più importante e semplice soluzione per evitare la presenza di profili coprigiunto trasversali alla pendenza è quella di prevedere, a vincolo delle lastre, i soli coprigiunto in direzione della pendenza. Questo si ottiene non facendo corrispondere ai profili di sostegno collocati sotto le lastre in posizione trasversale alla pendenza dei profili coprigiunto, ma collocando i profili coprigiunto solo in corrispondenza dei profili di supporto che si trovano in direzione della pendenza. Quando i premivetro coprigiunto posizionati in corrispondenza dei traversi della struttura secondaria vengono omessi, i giunti trasversali tra le lastre vengono sigillati, spesso con sigillante siliconico (più resistente ai raggi ultravioletti). Si tratta di una soluzione molto indicata alla costruzione di coperture continue trasparenti di tipo economico.

Nei profili per coperture di produzione industriale, anche di quelli a taglio termico, talvolta sono presenti dei canali atti a guidare il deflusso dell’acqua di condensa. I profili disposti in direzione delle linee di pendenza impiegati nelle coperture vetrate si distinguono spesso da quelli impiegati nelle chiusure verticali appunto per i canali longitudinali di cui sono dotate, che in genere sono due: uno esterno, per il drenaggio dell’acqua (che può essere presente anche nei profili per pareti verticali vetrate) e l’altro (assente nei profili per parete verticali, interno) finalizzato alla raccolta e al drenaggio dell’acqua di condensa che può formarsi sulla superficie interna dei vetri e dei telai.
A valle della chiusura trasparente, verso l’interno dei vani, è inoltre in questi casi presente un terzo canale, trasversale alla pendenza, che raccoglie l’acqua portata dai singoli profili e la porta all’esterno.
Questi sistemi di canali sono essenziali soprattutto per la chiusura di ambienti umidi, come le serre botaniche, ma sono sempre vantaggiosi; salvo che nelle situazioni in cui il rischio di condensazione del vapore in inverno sia basso, come nelle chiusure a vetri tripli a bassa emissività e con profili a taglio termico ad alte prestazioni.

Leggi anche: Coperture, serramenti e vetrazioni: i due volumi super scontati

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Coperture inclinate trasparenti: strutture e vantaggi Ingegneri.info