Euro 2016: com'è lo stadio di Italia-Spagna | Ingegneri.info

Euro 2016: com’è lo stadio di Italia-Spagna

800.000 metri cubi di terreno e 180.000 di calcestruzzo per costruire lo Stade de France, che oggi ospita la partita di Euro 2016 Italia-Spagna. Con 80.000 posti a sedere è il più grande stadio francese e la sua immensa copertura circolare pesa 13.000 tonnellate ed è alta 46 metri

25.09.2004 © Co1nCo1n (cc: by-nc-sa)
25.09.2004 © Co1nCo1n (cc: by-nc-sa)
image_pdf

La storia dello Stade de France, il più grande stadio francese e la struttura che oggi ospita il match Italia-Spagna di Euro 2016, inizia nel 1992, quando il Paese è stato scelto per ospitare i Mondiali del 1998. Naturalmente è diventato anche il più grande e più costoso stadio della storia francese, quest’anno superato da in termini di spesa dallo Stade de Lyon.

Leggi anche “Euro 2016: com’è lo Stade de Lyon, lo stadio di Belgio-Italia

I lavori per costruire lo Stade de France a Saint-Denis hanno richiesto sforzi enormi: sono stati scavati circa 800.000 metri cubi di terreno e sono stati impiegati circa 180.000 metri cubi di calcestruzzo. L’immensa copertura che si alza sopra gli 80.000 tifosi pesa 13.000 tonnellate e copre 6 ettari, proteggendo il pubblico sia all’interno che nelle immediate vicinanze dello stadio. Dal momento che è “in bilico” a 46 metri sopra il livello del suolo, è particolarmente impressionante ammirare il tetto dello Stade de France passandoci sotto e illuminato di notte.

La costruzione dello stadio è costata 290 milioni di euro (122 milioni per la struttura, 45 per il tetto e 122 per tutti i sistemi/impianti). Anche se, con altri costi aggiuntivi ha raggiunto i 364 milioni di euro. La metà della somma è stata versata dal governo francese, il resto da due imprese che hanno ricevuto i diritti per la gestione dello stadio per 30 anni.



Location
La località di Saint Denis non è stata scelta a caso, ma reputata il luogo perfetto per la costruzione del nuovo stadio trovandosi al crocevia di importanti arterie automobilistiche ed essendo dotata anche di due stazioni della metropolitana leggera a 700 metri e della linea metropolitana numero 13 che corre a 1 km dallo stadio. Tutte queste caratteristiche lo rendono in grado di servire 80.000 persone.

Leggi anche “Euro 2016: com’è lo Stade de Lyon, lo stadio di Belgio-Italia


Architettura
Il problema dello Stade de France (o vantaggio, dipende dai gusti) è che è stato costruito solo un paio di anni prima che gli stadi iniziassero a essere progettati con imponenti facciate multimediali e un’estetica più “festosa”. Rispetto ad altre strutture sportive simili, questo stadio presenta un’estetica più ruvida. Ad esempio, lo spazio riservato ai posti a sedere è circondato da una passeggiata protetta soltanto da una rete metallica e le scale che conducono allo stadio
sono spoglie ed essenziali. Questa essenzialità si contrappone al tetto che sembra levarsi leggero nonostante le sue dimensioni. Sorretto da 18 piloni, ociascuno che si eleva a un’altezza di 60 metri, il tetto rappresenta la “firma”, il segno distintivo dello Stade de France.


Gli 80.000 posti a sedere che offre la struttura sono sufficienti per ospitare partite di Campionati europei di calcio ma anche della Coppa del Mondo. In secondo luogo, lo stadio offre 25.000 posti a scomparsa, che vengono portati a 15 metri vicino al campo – ideale per il football e il rugby – e possono essere spinti indietro per l’atletica, perdendo circa 3.000 posti. Le strutture sono spostate manualmente (ci vogliono 80 ore) e permettono allo stadio di competere anche per le Olimpiadi.

Copyright © - Riproduzione riservata
Euro 2016: com’è lo stadio di Italia-Spagna Ingegneri.info