Expo 2020: per gli Emirati Arabi Uniti il 'falco' di Santiago Calatrava | Ingegneri.info

Expo 2020: per gli Emirati Arabi Uniti il ‘falco’ di Santiago Calatrava

L'architetto e ingegnere Santiago Calatrava progetterà il padiglione degli Emirati Arabi Uniti a Expo 2020. Il design richiama l'immagine del 'falco'

Expo_Night_0001_reduced
image_pdf

Sembra non arrestarsi il momento eccezionale per Santiago Calatrava, architetto ingegnere di fama mondiale, spesso capace di attirare su di sé i giudizi più disparati. Dopo essere stato scelto come vincitore del Leaf Award 2016, il premio del Forum dell’architettura europea, Calatrava ha annunciato il progetto per il padiglione degli Emirati Arabi Uniti (EAU) dell’Expo di Dubai del 2020. Già normalmente quello degli Eau è uno dei padiglioni tradizionalmente più importanti sul piano architettonico, che nell’edizione milanese di Expo 2015 è stato realizzato addirittura da Foster + Partners. In questo caso l’eccezionalità dell’opera viene aumentata dal fatto che il padiglione Eau di Dubai 2020 sarà, tecnicamente, il padiglione nazionale del Paese ospitante.

Ispirato al volo di un falco, il progetto è stato selezionato dal Consiglio Nazionale degli Emirati Arabi Uniti dopo aver vinto un concorso internazionale convocato Da Masdar, la compagnia di Abu Dhabi che si occupa di energie rinnovabili e della gestione del progetto stesso. La giuria del concorso ha invitato 9 studi d’architettura di livello internazionale a presentare altrettanti progetti. La scelta è ricaduta sulla proposta di Calatrava, considerata la più aderente al tema di Expo 2020: “Creando il futuro, creando connessioni”. Inoltre è stata apprezzata la capacità di rappresentare lo spirito degli Emirati Arabi Uniti oltre che l’equilibrio fra il passato ed il futuro.

Expo_Closed_0006_reduced

Ecco cosa ha dichiarato il Sultano Ahmed Al Jaber, Ministro dello Stato e Presidente del Consiglio Nazionale, a proposito del padiglione di Calatrava:

“Il disegno proposto per il padiglione degli Emirati Arabi Uniti raccoglie la storia che vogliamo far conoscere della nostra nazione. Il nostro padre fondatore Sua Altezza Zayed bin Sultan Al Nahyan, ha creato metodi innovativi per forgiare le connessioni fra le varie tribu e creare un’identità nazionale propria che in seguito diede vita agli attuali Emirati Arabi Uniti. Attualmente questo disegno ispirato ad un falco sarà un simbolo di come tutti insieme possiamo diventare ancora più randi attraverso alleanze e la cooperazione”.

A Dubai Santiago Calatrava sta gradualmente lasciando segni sempre più importanti. Solo pochi giorni fa era stata annunciata la realizzazione della Torre del Dubai Creek Harbour, che punta a superare in altezza il Burj Khalifa. Il padiglione nazionale degli Emirati Arabi Uniti avrà una superfice di 15.000 mq e sarà composto da numerose aree di esposizione , un auditorium, una grande zona di ristorazione e uno spazio VIP. Il progetto integra elementi efficienti ecosostenibili che rispetteranno il protocollo internazionale Leed Platinum.

Expo_Night_0002_reduced

Così si è espresso, a proposito del padiglione, Santiago Calatrava:

“Il disegno del padiglione nazionale degli Emirati Arabi Uniti per Expo 2020 è un progetto di grandissima importanza nazionale e globale. Sono profondamente onorato che il mio disegno sia stato scelto. Sono sicuro che il risultato sarà un símbolo dello spirito audace e glorioso degli Emirati Arabi Uniti, essendo uno dei punti cardine dell’Expo che si considera uno dei più grandi e globali della storia”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Expo 2020: per gli Emirati Arabi Uniti il ‘falco’ di Santiago Calatrava Ingegneri.info