Il Colosseo e’ inclinato di 40 centimetri

wpid-12031_colosseok.jpg

Proprio come la Torre di Pisa, anche il Colosseo ‘pende’ e, precisamente, il dislivello tra la porzione sud e nord dell’Anfiteatro Flavio è pari a 40 centimetri. Lo ha rivelato Rossella Rea, direttrice del monumento, in occasione della presentazione dell’accordo per studiare il fenomeno.

Il problema, noto alla comunità scientifica da circa un anno, è infatti oggetto di studio da un paio di mesi grazie all’accordo tra la Soprintendenza archeologica, l’Università La Sapienza e l’Igag (Istituto di geologia ambientale e geoingegneria) del Cnr per il monitoraggio del comportamento dinamico del Colosseo, che durerà un anno.

La causa del dislivello, come riporta il Corriere della Sera, potrebbe essere una frattura interna oppure le vibrazioni causate dal traffico. “La platea di fondazione in calcestruzzo su cui poggia il Colosseo, una ‘ciambella’ ovoidale di circa 13 metri di spessore – spiega al Corsera Giorgio Monti, ordinario di Tecnica delle costruzioni – potrebbe presentare al suo interno una frattura accentuata”.

I tecnici metteranno in campo le proorie competenze e strumenti quali il georadar e, se opportuno, campagne di carotaggio. “Se i dubbi fossero confermati, avremmo a che fare con due monumenti strutturalmente diversi: a quel punto, sarebbe necessario ricollegarli – dice Monti al Corriere –“.

Intanto è partita la rilevazione delle vibrazioni causate dal traffico per stabilirne la portata, con velocimetri e accelerometri che stanno già misurando gli effetti delle sollecitazioni generate dal traffico veicolare e dagli elicotteri, dal passaggio della metropolitana e dal rumore. Di questo tipo di monitoraggio si sta occupando una squadra coordinata dall’architetto Fabio Fumagalli.

Per i risultati dei test strutturali si dovrà attendere circa un anno, ma intanto la Soprintendenza ha rilanciato la proposta di pedonalizzare via dei Fori Imperiali e l’area circostante l’Anfiteatro Flavio. Un progetto sostenuto da tempo anche da Legambiente Lazio, che proprio pochi giorni fa ha avanzato una delibera di iniziativa popolare per raggiungere l’obiettivo della chiusura al traffico dell’area.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata