Inaugurata la torre di Anish Kapoor per Londra 2012

wpid-11556_hp.jpg

La torre alta 114,5 metri adiacente al Parco Olimpico di Londra 2012, progettata dall’artista Anish Kapoor e dall’ingegnere strutturale Cecil Balmond, è stata inaugurata nei giorni scorsi tra mille polemiche, legate sia all’estetica – c’è chi l’ha paragonata a “una serie di intestini – che al prezzo elevato del biglietto – 15 sterline per gli adulti e 7 per i bambini – per salire in cima alla struttura nei giorni dei giochi.

Lo stesso Kapoor ha ammesso di auspicare un ingresso “più democratico” quando la Torre riaprirà al pubblico dopo i Giochi, mentre riguardo alla criticata estetica ha affermato: “Anche la Tour Eifflel fu odiata per 50 anni e adesso è un punto di riferimento nello skyline di Parigi”.

Con la sua forma a spirale e il suo colore rosso acceso, Orbit è la più alta scultura del Regno Unito e svetta tra l’Olympic Stadium ideato dal team di architetti di HOK Sport e l’Aquatics Center “firmato” Zaha Hadid e nella Londra post olimpica sarà uno dei punti di attrazione del parco pubblico intitolato a Elisabetta II.

I visitatori saliranno sulla torre di acciaio attraverso un ascensore centrale, arrivando a una piattaforma di osservazione con vista panoramica della città. Per uscire, saranno invece invitati a scendere una scalinata di 455 gradini che le spirali disegnano intorno alla torre.

Circa 560 metri di acciaio tubolare rosso formano la struttura e 250 faretti colorati la illuminano di notte. L’allestimento interno inizierà entro questo mese e l’attrazione aprirà al pubblico prima che i giochi abbiano inizio nel mese di luglio.

La costruzione di Orbit ha richiesto 18 mesi di lavoro e, assicurano i progettisti e la Arcelor Mittal che ha assicurato il sostegno al progetto, ovvero 19,6 milioni di sterline sui 22,7 complessivi, quasi il 60% delle 2.000 tonnellate di acciaio utilizzate per la scultura proviene dal riciclo del materiale.

O.O.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata