La cupola in legno di acero americano per il tempio buddista di Auckland | Ingegneri.info

La cupola in legno di acero americano per il tempio buddista di Auckland

Per la suggestiva copertura dell'edificio di culto neozelandese i progettisti hanno fatto arrivare 14 grandi pannelli dagli Stati Uniti. La fotogallery dell'intervento

COVER_Structure in place 5 (best)
image_pdf

Talvolta per raggiungere un preciso obiettivo di progetto occorre dotarsi di un materiale specifico, anche se per farlo occorre ‘fargli attraversare l’oceano‘. E’ quanto è accaduto con il tempio buddista di Tsi Ming, a Auckland in Nuova Zelanda, che è stato dotato di una spettacolare cupola in legno di acero duro americano (American hard Maple) fatto arrivare direttamente dagli States.

L’edificio di culto è stato progettato dallo studio Archoffice, sempre della città neozelandese: il direttore Brendan Rawson ha ritenuto che il prezioso materiale edilizio fosse la scelta idonea per conferire l’esatta natura armonica richiesta a un progetto del genere.

“Il colore e la venatura sono stati i motivi principali della nostra scelta” spiega Rawson “Ci è piaciuta molto anche l’uniformità del colore. Dato che la cupola sarebbe stata illuminata intensamente, era necessario trovare un legno dalla venatura uniforme. Variazioni e disuniformità avrebbero creato confusione e distrazione”.

La struttura, costituita da 14 grandi pannelli di acero duro americano, è stata costruita fuori dal cantiere e trasportata poi al tempio per essere montata.  “Quando abbiamo ricevuto i disegni del progetto abbiamo capito che sarebbe stato meglio creare la cupola usando la nostra tecnologia e i nostri macchinari nella nostra sede piuttosto che in cantiere” dice Roger Jones della Jones & Sandford Joinery Ltd, azienda di produzione e di installazione di opere di falegnameria del nord della Nuova Zelanda, responsabile della costruzione della cupola. “Abbiamo ridisegnato completamente la struttura del soffitto e creato un modello che mostrava come sarebbe stato montato e quale sarebbe stato il suo aspetto.”

“Avevamo così tanti componenti di legno da assemblare che non potevamo permetterci né dilatazioni né contrazioni del materiale. E queste sono state evitate usando l’acero”, aggiunge Jones.

Benchè ancorata al perimetro dell’edificio, la struttura viene tenuta al suo posto dalla mutua pressione esercitata da ciascuno dei 14 pannelli. “Le sezioni prefabbricate erano grandi e poco maneggevoli”, conclude Jones. “Poiché il tetto della struttura era già stato costruito, non abbiamo potuto calarle dall’alto con una gru. Abbiamo costruito un’impalcatura interna e sollevato i pannelli uno alla volta.”

Copyright © - Riproduzione riservata
La cupola in legno di acero americano per il tempio buddista di Auckland Ingegneri.info