La torre 'made in Brescia' in lizza per gli Oscar dell'ingegneria strutturale | Ingegneri.info

La torre ‘made in Brescia’ in lizza per gli Oscar dell’ingegneria strutturale

wpid-18339_strandeasttower.jpg
image_pdf

La Strand East Tower di Londra, struttura di 40 metri realizzata nei pressi del Parco Olimpico, è stata selezionata per concorrere nella sezione “Small Projects” agli Structural Awards 2013, dal 1968 il riconoscimento più ambito nel campo dell’ingegneria strutturale. Nonostante la collocazione britannica, si tratta di un successo ‘tutto italiano’: a realizzare la spettacolare struttura è stata infatti la Wood Beton di Brescia, su progetto dello studio di architettura Arc-Ml e degli ingegneri di eHRW, con la progettazione esecutiva dell’ing. Giovanni Spatti. Come si può evincere dal commento della giuria, a colpire sono state “la forza, l’efficienza e la bellezza della struttura, che riflette i tre principi base del pensiero architettonico di Vitruvio: solidità, funzione e bellezza. Meritevole di menzione è anche la velocità di realizzazione dell’intera opera (solo 6 mesi) ed il costo contenuto (circa 700.000 sterline).”

La scultura si distingue per la sua forma slanciata costituita da un reticolo di travetti di legno intrecciati e 16 anelli orizzontali in acciaio zincato. Nella parte centrale la torre si stringe per formare una forma iperboloide con struttura autoportante senza ulteriore sostegno interno, creando una scultura trasparente. L’iperboloide, con spessore di parete a reticolo è di 16 cm, è diviso in 4 tronconi per ragioni costruttive: il primo troncone della torre, alto circa 3,5 m, è in acciaio, mentre i restanti 3 per arrivare all’altezza massima sono in legno lamellare di larice. La tecnica costruttiva del reticolo è caratterizzata dall’incrocio di due strati di travetti, il primo in senso orario ed il secondo in senso antiorario, facendo loro compiere una torsione totale di 80° su tutta l’altezza, con un incremento di 5° in corrispondenza di ogni anello in acciaio per tutta l’altezza della torre.

Gli anelli in acciaio costituiscono un vincolo a cerniera per stabilizzare i travetti in altezza, ed una dima per imporre la torsione agli stessi. In sommità è stata realizzata una piattaforma in acciaio con forma anulare, alla quale si accede mediante un ascensore di servizio sorretto da un traliccio in acciaio, vincolato alla torre in 2 punti in corrispondenza degli anelli in acciaio dei primi tre livelli.

La torre, essendo realizzata in travetti di legno di larice, riprende un concetto di sostenibilità che la committenza stessa, LandProp Holding, ha scelto di adottare per l’intera riqualificazione di Strand East.

Visibile da molti punti vicino a Stratford, la scultura viene di notte illuminata da oltre 600 luci Led, completamente controllabili sia in intensità che in colore, che possono essere inoltre programmate per ottenere una gamma di effetti luce.

Per scoprire di più sul progetto costruttivo della Strand East Tower, visitare il sito.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
La torre ‘made in Brescia’ in lizza per gli Oscar dell’ingegneria strutturale Ingegneri.info