L'asilo antisismico in legno di Pieve Torina | Ingegneri.info

L’asilo antisismico in legno di Pieve Torina

Un'altra struttura lignea consente a 120 bambini di riprendere le attività scolastiche nel Centro Italia colpito dalla tragedia del sisma. I dettagli dell'opera

L'asilo di Pieve Torina
L'asilo di Pieve Torina
image_pdf

A tredici mesi dalla prima scossa in Centro Italia, la ripresa dell’attività scolastica è stata possibile o attraverso piccoli interventi d’urgenza o nei casi più gravi grazie alla solidarietà di diverse organizzazioni – enti pubblici, società, gruppi bancari, imprese e associazioni – sono stati realizzati moduli scolastici provvisori dove gli studenti hanno, nella maggior parte dei casi, ripreso le lezioni (sul tema, confronta anche il progetto dell’asilo antisismico di Norcia).
Con il coordinamento del Dipartimento della Protezione Civile e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, tra settembre e dicembre 2016 sono state realizzate sette strutture scolastiche rispettivamente ad Amatrice (RI), Cittareale (Ri), Norcia (Pg), Gualdo (Mc), Acquasanta Terme (Ap), Arquata del Tronto (Ap) e Corridonia (Mc) che hanno accolto oltre 1.000 studenti. A fine maggio è stata inaugurata anche la nuova scuola di Crognaleto (Te).

I lavori di realizzazione della nuova struttura scolastica provvisoria ad Acquasanta Terme, in sostituzione dell'edificio “Berardo Tucci” dichiarato inagibile (Fonte: Dipartimento di Protezione Civile) (Fonte: Dipartimento di Protezione Civile)

I lavori di realizzazione della nuova struttura scolastica provvisoria ad Acquasanta Terme, in sostituzione dell’edificio “Berardo Tucci” dichiarato inagibile (Fonte: Dipartimento di Protezione Civile) (Fonte: Dipartimento di Protezione Civile)

Ad agosto 2017, un’altra scuola, prima dell’inizio delle lezioni è stata riaperta: si tratta della scuola materna “Monsignor Paoletti” di Pieve Torina, inaugurata nuovamente da Rubner Haus.

Asilo di Pieve Torina (Rubner Haus)

Asilo di Pieve Torina (Rubner Haus)

Costruire in zone colpite da terremoto – spiega Bruno Dalle Pezze, responsabile vendite di Rubner Haus – significa operare in contesti estremamente stressati dal punto di vista emotivo e psicologico. A maggior ragione se le scosse, seppur lievi, non accennano a terminare. In questo panorama, tre sono i temi fondamentali: la velocità, la sicurezza, la durabilità. Il legno è un materiale leggero, che pesa circa il 75% meno rispetto al cemento armato per esempio, il che lo rende un materiale molto semplice da movimentare, e per questa sua stessa natura duttile, leggera ed elastica, soggetto ad azioni sismiche ridotte. È chiaro poi che se si vogliono risultati in tempi brevi e soprattutto duraturi, è indispensabile che progettazione e costruzione siano curate da player altamente qualificati. Chi costruisce deve conoscere perfettamente il comportamento di un materiale organico che dal punto di vista prestazionale, ha caratteristiche molto diverse da pietra o mattone”.

rendering asilo Pieve (Rubner Haus)

rendering asilo Pieve (Rubner Haus)

L’inaugurazione dell’asilo a Pieve Torina rappresenta una rinascita di un borgo maceratese che correva il forte rischio di essere abbandonato a causa dell’inagibilità di circa il 90% dei fabbricati.
Come per l’asilo di Norcia, anche in questo caso si tratta di un edificio a pianta rettangolare ad un solo piano, costruito con criteri antisismici ed in grado di ospitare 120 bambini.
Anche in questo caso si tratta di una struttura portante lignea, realizzata in tempi record: 30 giorni.
Il costo della costruzione è di 1.300 euro/mq (completo di opere di urbanizzazione, fonte TG3).

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
L’asilo antisismico in legno di Pieve Torina Ingegneri.info