Legno, calcestruzzo e acciaio per l'ampliamento di un'azienda a Brescia | Ingegneri.info

Legno, calcestruzzo e acciaio per l’ampliamento di un’azienda a Brescia

wpid-20550_a.jpg
image_pdf

Tra gli ultimi interventi di Wood Beton, l’ampliamento in legno, calcestruzzo e acciaio della sede di LAV.EL. GOMMA s.r.l. di Cologne (Brescia), rappresenta un esempio significativo e molto interessante sotto vari punti di vista. Specializzata nella produzione di guarnizioni industriali in gomma di ogni tipo, l’azienda presentava la necessità di ampliare la propria sede produttiva, creando una zona destinata agli uffici: il progetto di una nuova palazzina nasce, infatti, per un’esigenza di riorganizzazione degli spazi destinati alle funzioni tecniche e amministrative.

Progettazione architettonica dell’ampliamento

L’insediamento esistente è caratterizzato da due corpi di fabbrica distinti, realizzati negli anni ’70, dove sono tuttora presenti i diversi macchinari necessari alla produzione delle guarnizioni, la zona adibita a magazzino e quella per le spedizioni.

Il progetto ha previsto quindi la realizzazione di un corpo aggiuntivo inserito tra i due blocchi originari, in aderenza ad essi.

Per lo sviluppo del progetto, l’azienda si è affidata allo Studio Maffi Progettazioni, diretto dal geom. Maffi Alberto.
L’idea del progettista è stata sin da subito quella di arrivare ad una soluzione architettonica accattivante, che fornisse l’immagine di un’azienda dinamica ed elegante, distinguendola dalle altre realtà locali.
Nelle intenzioni dello Studio Maffi, il risultato architettonico doveva però essere accompagnato da un’accurata ricerca tecnologica, volta all’adozione di prodotti innovativi ed energeticamente performanti.

Il progetto studiato prevedeva una nuova costruzione articolata su un fronte di circa 10 metri di altezza, dislocata su due livelli, occupando ciascuno 360 mq. La nuova palazzina, frutto dell’ampliamento, è stata progettata prevedendo al piano terra un ingresso/reception a doppia altezza e la parte posteriore adibita a zona archivio e magazzino. Al primo piano sono ubicati tutti gli uffici dell’azienda e un ballatoio per l’arrivo delle scale e dell’ascensore, completato con un parapetto metallico.

L’immagine esterna che ne deriva è una struttura i cui lati lunghi sono completamente nascosti, poiché in aderenza con i due edifici esistenti, mentre la testata principale è caratterizzata da un volume vetrato che fuoriesce, incorniciato da un contorno colorato (un colore tipo corten), particolarmente ad effetto.
Infine, sulla testata posteriore, è presente soltanto la porta di servizio e una pensilina.

Dunque, la filosofia che guida le scelte architettoniche è quella di integrare l’ampliamento del capannone, cercando di creare un equilibrio generale con la struttura esistente, ma nello stesso tempo di mettere in evidenza il nuovo ingresso, riferimento immediato per visitatori e clienti.

Progettazione strutturale dell’ampliamento

Wood Beton, avvalendosi della collaborazione di Prefabbricati Camuna s.r.l., ha ingegnerizzato il progetto realizzando l’involucro esterno in c.a.: trattandosi di una struttura posta nel mezzo di due edifici industriali, l’adozione del cemento armato è risultata ottimale perché raggiunge le prestazioni richieste ad un costo non troppo elevato. Questo materiale, oltre che per la struttura, è stato utilizzato per la parete curva della scala e per la costruzione del solaio della zona archivio, realizzato con tegoli in c.a.

Anche il vano ascensore è stato realizzato in cemento armato, e successivamente coperto con pareti tonde in cartongesso, esteticamente molto gradevoli. Tutte le parti realizzate in c.a. soddisfano la prestazione richiesta di resistenza al fuoco REI 60.

La facciata presenta una grande vetrata, di circa 8×8 m, suddivisa in moduli da L 1900/1030 x H 1800/1860/2370 mm, completa di vetrocamera, lattoneria di tamponamento e finiture in alluminio preverniciato. Al centro è stata posizionata una porta scorrevole automatizzata a due ante e, ai due lati della facciata, sono state inserite due porte per le uscite di sicurezza, con telaio in alluminio. Per il sostegno della facciata vetrata è stata realizzata una struttura in acciaio interna, costituita da una trave ad altezza 4 m, una trave ad altezza 8 m e due pilastri a circa 1,8 dagli angoli della facciata.

Come cornice alla vetrata, è stata creata una struttura intelaiata in acciaio, materiale rapido da assemblare e adatto a realizzare la forma inclinata a sbalzo delle due ali che individuano l’ingresso. Tale struttura è stata a sua volta rivestita con pannelli Fundermax: si tratta di pannelli laminati termoinduriti ad alta pressione con una protezione contro gli agenti atmosferici altamente efficace, realizzata tramite resine acriliche poliuretaniche con doppio indurimento. Anche sulla parte retrostante dell’edificio è stato utilizzato l’acciaio per la realizzazione di una pensilina, creata con lo scopo di coprire un impianto di condizionamento già esistente ma, allo stesso tempo, utilizzabile come zona deposito.

Il legno è diventato il materiale protagonista per la copertura, che è stata realizzata in Prepanel®, una valida alternativa al tradizionale solaio in laterocemento, con un risultato estetico indiscutibilmente superiore e un peso praticamente dimezzato: utilizzando questo prodotto si è ottenuta una struttura monolitica senza la necessità di usare connettori metallici, poiché è il calcestruzzo stesso che, durante il getto, si innesta in fori cilindrici scavati all’estradosso del travetto impedendo, di fatto, lo scorrimento tra il getto di calcestruzzo superiore e il travetto inferiore.

Nel caso di LAV.EL. GOMMA, la copertura presenta una campata di 12 metri ed è suddivisa in una copertura piana e una copertura monofalda, entrambe rivestite con un manto in lamiera. Sulla copertura piana sono state installate otto finestre velux, rialzate con elemento scatolare in X-lam, che portano all’interno ventilazione e un’illuminazione naturale zenitale (che non è possibile ottenere con le finestre in verticale). La copertura dello spazio a doppia altezza (ingresso/reception) ha invece un’unica pendenza. Anche il piccolo solaio presente all’entrata, con funzione di ballatoio, è stato realizzato in Prepanel®. Ogni parte in legno della struttura ha una resistenza al fuoco R 60. La finitura interna dei solai e di ogni parte in legno presente all’interno della struttura è stata realizzata con uno smalto grigio chiaro. 

Montaggio

I tempi di montaggio dell’opera sono stati brevi, impiegando per la realizzazione dell’intera struttura meno di 20 giorni. In particolare, per il montaggio delle parti in c.a. si sono impiegati circa dieci giorni, mentre il montaggio delle parti in legno è avvenuto in due fasi distinte: per questioni di spazio, si è proceduto inizialmente con la posa della copertura piana e, una volta terminata, si è montata la copertura monofalda.

Conclusione

Con la realizzazione della palazzina-uffici per la LAV.EL. GOMMA s.r.l., Wood Beton è riuscita a soddisfare al meglio ogni esigenza del cliente, dimostrando nuovamente quanto sia un’azienda flessibile, in grado di utilizzare più materiali contemporaneamente:

  • il legno, materiale leggero, valido energeticamente e con risultato estetico di prestigio;
  • il cemento armato, materiale strutturalmente performante (che consente l’uso di spessori ridotti), poco costoso;
  • l’acciaio, materiale utile a realizzare forme complesse tipiche dell’architettura contemporanea.

Scheda dell’opera

Copyright © - Riproduzione riservata
Legno, calcestruzzo e acciaio per l’ampliamento di un’azienda a Brescia Ingegneri.info