Legno in edilizia: le Travi Uso Fiume | Ingegneri.info

Legno in edilizia: le Travi Uso Fiume

Definizione, sezioni e caratteristiche tecniche delle Travi Uso Fiume (UF), sempre piu' impiegate nell'edilizia in legno

wpid-26556_GiachinoFIGTraviUsoFiume.jpg
image_pdf

Tra i prodotti in legno massiccio, insieme alle travi Uso Trieste (UT), risultano particolarmente interessanti le travi Uso Fiume (UF), anche in relazione alle nuove prospettive di mercato.

Si tratta di travi squadrate a facce parallele, con smussi grezzi o puliti.

Travi Uso Fiume

Le dimensioni commerciali sono per la sezione da 8 x 8 cm a 50 x 50 cm, e superiori, per la lunghezza da 1 m a 14 m. Come per le travi Uso Trieste, si fa riferimento alle norme EN 338, EN 1912, UNI 11035.

Le travature UF sono ricavate dalle stesse essenze delle travi UT, cioè abete rosso, abete bianco, douglasia, pino ed eventualmente larice e a richiesta castagno e rovere.

LEGGI ANCHE: Legno in edilizia: la casa dell’ingegnere italiano under 30 premiata in Russia

Anche le lavorazioni previste sono le stesse: squadratura con macchine fresatrici e pialle, in modo continuo sulle quattro facce e con sezione costante per l’intero tronco. Similmente alle travi Uso Trieste, gli smussi sono ammessi fino al 90% della sezione; l’eccentricità fino al 10% su ogni lato della sezione (la norma UNI consente fino al 20%); la differenza tra base e altezza deve essere, su ogni lato della sezione, minore o uguale a 2 cm. Si consideri che come sezione nominale si fa riferimento alla sezione del rettangolo circoscritto alla trave, e per la misurazione della sezione, effettuata al calcio, la tolleranza è di ±0,25%.

Le fessurazioni dovute al ritiro influiscono poco sulle caratteristiche meccaniche della trave, sono tipiche del legno massiccio segato a cuore vivo e anche nel caso delle travi UF hanno un andamento piuttosto simmetrico rispetto all’asse della sezione.

Per quanto riguarda la freccia, è ammessa se minore o uguale al 2% della lunghezza e se la curvatura della trave è su un solo piano.

L’umidità è un aspetto da verificare con estrema attenzione anche per le travi UF: è materiale fresco e non si può procedere nella posa con tasso di umidità superiore al 20% tranne nel caso in cui le condizioni ambientali e di posa in cantiere consentano alla trave di stagionare naturalmente, senza comprometterne la deformazione e le fessurazioni. La maggior parte del legno massiccio viene posato “irregolarmente” con valori di umidità superiore ai limiti consentiti; la Direzione Lavori deve vigilare attentamente su questo aspetto considerando che sono pochissime le aziende dotate di impianti di essiccatura.

Trave Uso Fiume con fessurazioni da ritiro parallele all’asse della trave, dopo alcuni mesi dalla posa in opera

Bisogna sempre consentire che la stagionatura possa proseguire nel tempo, in particolare nelle parti più critiche, ad esempio dove il legno risulta ammorsato nella muratura, e questo oltre i valori prescritti dalle normative.

LEGGI ANCHE: La chiesa in legno alla Maristella a Cremona

L’autore


Davide Maria Giachino

È architetto, si laurea presso il Politecnico di Torino, dove ha svolto attività di docenza a contratto presso il Laboratorio di Innovazione Tecnologica e di Tecnologie Ecocompatibili per la Facoltà di Architettura per l’Ambiente e il Paesaggio di Mondovì (Cuneo), fino al 2011. Collabora con il Corso di Laurea Magistrale in Architettura, “Atelier: Il progetto sostenibile” e con il Corso di Laurea in Architettura, “Atelier: Costruire nel costruito”. Nel 2002 fonda presso l’Environment Park (Parco Scientifico Tecnologico per l’Ambiente) a Torino lo studio Element che gli consente di sviluppare a pieno la passione per l’architettura sostenibile e l’ecodesign, indagando in particolare le tematiche relative ai sistemi costruttivi in legno e alle tecnologie a secco.

Riferimenti Editoriali


Legno – Manuale per progettare in Italia

Il volume presenta una panoramica sulla normativa italiana e i requisiti necessari per la sostenibilità, oltre a informare sulle caratteristiche del materiale e la progettazione di strutture in legno avvalendosi della collaborazioni di esperti al livello nazionale.

Autore:   •   Editore: Utet Scienze Tecniche   •   Anno:

Vai all’approfondimento tematico

Copyright © - Riproduzione riservata
Legno in edilizia: le Travi Uso Fiume Ingegneri.info