L'Hotel in legno a Pesaro ha pareggiato il bilancio energetico | Ingegneri.info

L’Hotel in legno a Pesaro ha pareggiato il bilancio energetico

Il Nautilus, che con i suoi 7 piani è l'hotel in legno più alto d'Europa, ha già raggiunto il pareggio di bilancio energetico a poche settimane dalla sua apertura

L'Hotel Nautilus di Pesaro, la struttura ricettiva in legno più alta d'Europa
L'Hotel Nautilus di Pesaro, la struttura ricettiva in legno più alta d'Europa
image_pdf

L’Hotel Nautilus di Pesaro, struttura ricettiva di cui molto si è parlato nei mesi scorsi, ha già raggiunto il pareggio di bilancio energetico a poche settimane dalla sua apertura. Dell’Hotel Nautilus, iniziativa dell’imprenditore Nardo Filippetti, si parlò molto all’inizio dell’anno per il record annunciato di ‘hotel in legno più alto d’Europa‘. Noi stessi avevamo documentato in questo articolo la realizzazione del cantiere dell’hotel, su progetto dell’ingegner Attilio Marchetti Rossi e dell’architetto Marco Gaudenzi. E dato che un hotel ha il picco di consumi energetici nella stagione estiva, il fatto che la struttura abbia già raggiunto il pieno pareggio energetico non è un dato di poco conto, certamente è una conferma che una progettazione realizzata su criteri eco-sostenibili può rendere, anche quando si parla di strutture multipiano.

Sei interessato all’uso strutturale del legno? Consulta il “Manuale per progettare in Italia

Prima di tutto il legno: quello impiegato per l’Hotel Nautilus è stato lavorato in pannelli lamellari, assemblati impiegando unicamente colle all’acqua. Il risultato è un edificio solido ma flessibile, con valori ottimali di umidità e una struttura portante capace di resistere al fuoco, secondo i promotori del progetto, più a lungo e meglio del tradizionale cemento armato.

Alto 28 metri per 7 piani di altezza, l’hotel in legno di Pesaro è in grado di resistere a una scossa tellurica di magnitudo 8 con una oscillazione del vertice dell’edificio di appena 3 centimetri.

Gli ottimi risultati energetici sono stati raggiunti, come è regolare che sia, attraverso un mix di accorgimenti e scelte progettuali: intanto i due diversi impianti solari, collocati sulla copertura tecnica dell’edificio, inclinata a sud per sfruttare al meglio l’irraggiamento durante tutto l’arco della giornata.

Ammonta a oltre 21.000 kW la produzione annuale di energia elettrica pulita, a fronte di un consumo che, nella stagione di massima affluenza, non dovrebbe superare i 20.000 kW. In attivo anche la produzione di energia termica, con serbatoi di accumulo da 5.000 litri in grado di soddisfare ampiamente le esigenze degli ospiti che nei mesi estivi occuperanno le 111 stanze dell’hotel. Nel periodo invernale il bilancio energetico sarà comunque coperto al 65% da fonti rinnovabili.

Copyright © - Riproduzione riservata
L’Hotel in legno a Pesaro ha pareggiato il bilancio energetico Ingegneri.info