Lo stadio per Qatar 2022 di Arup candidato come miglior progetto mondiale di ingegneria 2012 | Ingegneri.info

Lo stadio per Qatar 2022 di Arup candidato come miglior progetto mondiale di ingegneria 2012

wpid-11940_hp.jpg
image_pdf

Firmato da Arup Associates per i mondiali di calcio che si disputeranno nel 2022 in Qatar, il progetto Showcase è già stato definito ‘lo stadio più sostenibile del mondo’ e ora si candida ai World Architecture News Engineering Award 2012 come miglior progetto mondiale di ingegneria. In grado di ospitare 500 persone, il “mini stadio” è stadio è stato ideato in sole 8 settimane e costruito in quattro mesi e mezzo.

Che si aggiudichi o no il prestigioso premio, la struttura è comunque destinata a rappresentare un modello, un esempio radicale di architettura ambientale. Alimentato unicamente da energia pulita, lo stadio è carbon neutral, ossia a zero emissioni di Co2, grazie ad accorgimenti tecnologici rivoluzionari. Per questo il progetto Showcase si propone come piattaforma per sviluppare e perfezionare le innovative tecniche di raffreddamento e di controllo del clima al fine di una loro applicazione su larga scala in Qatar e potenzialmente in tutte le regioni aride.

Lo stadio è stato progettato pensando a tecnologie costruttive veloci e leggere, impiegando materiali e strumenti locali. La geometria ritmica della tettoia svolge un ruolo importante nella strategia di sostenibilità dello stadio poiché è in grado di  ruotare per fornire ombra all’interno dell’edificio e isolare dal calore del sole. Gli spettatori avranno così l’opportunità di assistere alle partite all’aperto senza subire le torride temperature della regione, in un ambiente a temperatura costante di 23°C. I sedili degli spettatori e il campo da gioco sono infatti mantenuti freschi grazie ad un sistema di aria condizionata incanalata sotto l’edificio.

Ma le tecnologie innovative che caratterizzano lo stadio firmato Arup non si esauriscono qui e comprendono pannelli fotovoltaici ad alta efficienza, in grado di produrre energia sufficiente per coprire le esigenze dell’intera struttura, immagazzinando l’eventuale produzione in esubero per altre finalità, mentre il sistema di raccolta dell’acqua piovana permette di irrigare il campo da gioco senza spreco di risorse.

L’aspetto più interessante è rappresentato dal fatto che, per ottenere questi risultati, lo stadio utilizzerà esclusivamente energia rinnovabile, portando a zero le sue emissioni di carbonio. Il progetto è nato infatti per dimostrare come l’energia possa essere considerata un aspetto integrante dell’architettura, dell’ingegneria e delle opere infrastrutturali.

O.O.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Lo stadio per Qatar 2022 di Arup candidato come miglior progetto mondiale di ingegneria 2012 Ingegneri.info