Nuovi materiali al confine tra ingegneria, architettura ed arte: la Stratum House | Ingegneri.info

Nuovi materiali al confine tra ingegneria, architettura ed arte: la Stratum House

Il calcestruzzo, e il suo mix design, unito all’arte. Un’opera provocatoria del giovane studio sudcoreano STPMJ, con sedi a Seoul e New York

Stratum House - courtesy Song Yousub
image_pdf

La “Stratum House” è un progetto architettonico dello studio sudcoreano STPMJ Architecture P.C., fondato nel 2009 dal duo Seung Teak Lee e Mi Jung Lim, architetti entrambe laureati presso la Harvard University – Graduate School of Design. La loro ricerca, che si muove all’interno dell’alveo sperimentale da loro stessi chiamato “realismo provocatorio”, mira ad indagare il potenziale dei materiali sia nella fase di ideazione che in quella produttiva. In particolare, il presente progetto intende replicare una stratificazione geologica naturale, il cui processo si basa sulla riformulazione del getto del calcestruzzo attraverso la sua consistenza. Parafrasando quanto accade nell’ambiente minerale in riferimento alla litostratigrafia del sottosuolo, una serie di strati sovrapposti genera una formazione geologica, la cui sovrapposizione origina una serie stratigrafica dai differenti caratteri litologici, mineralogici e sedimentologici. Pertanto, il progetto tiene conto di queste condizioni tentandone una trasposizione costruttiva attraverso l’uso del calcestruzzo armato, in cui la definizione degli strati è data dalla relazione mutevole di 3 variabili del suo mix design: rapporto acqua-cemento, la combinazione granulometrica degli inerti e la percentuale di pigmenti in esso presenti.

Stratum House - courtesy Song Yousub

Stratum House – courtesy Song Yousub

La prima variazione relativa all’impasto del cls è influenzata dalla deformazione subita per effetto del proprio peso, in cui le 3 classi di consistenza individuate dallo Slump Test (o prova di abbassamento al cono) influenzano direttamente lavorabilità e i fattori di compattazione degli strati stessi. L’aumento del rapporto acqua/cemento produce un calcestruzzo a minore resistenza meccanica e con un abbassamento (in mm) maggiormente marcato, ma che al contempo genera strati con profili di ripresa meno marcati e smussati. Questi ultimi si presentano più irregolari qualora siano invece il risultato di un rapporto a/c più basso, in cui gli effetti del dilavamento, i fenomeni di segregazione degli inerti, così come di ritiro, sono decisamente più contenuti.

Stratum House - courtesy stpmj

Stratum House – courtesy stpmj

La seconda è data, invece, dalla proporzione, dall’assortimento e dalla combinazione degli aggregati secondo la curva granulometrica di Fuller, la cui scabrosità superficiale del paramento esterno in cls è direttamente proporzionale alla grana e al tipo di inerti utilizzati. In base a questi, varierà anche il rapporto di acqua utilizzato nel progetto di miscela; ad esempio, adoperando il pietrisco, verrà richiesta una maggior quantità di acqua nell’impasto a parità di consistenza di un calcestruzzo realizzato, invece, in ghiaia. Infine, l’ultima variabile della trilogia è data dall’aggiunta dei pigmenti all’impasto, la cui modulazione percentile è in grado di variare il cromatismo delle superfici esterne secondo 3 differenti tonalità: bianco, grigio e nero. Le cromie derivabili da tali pigmentazioni sono state valutate in collaborazione con un’artista locale, assecondando dunque l’intero intento artistico e sperimentale del linguaggio formale, realizzato mediante un cross-over di professioni tecniche e artistiche.

Stratum House - courtesy stpmj

Stratum House – courtesy stpmj

Con le combinazioni apparentemente casuali delle citate variabili, è stato possibile caratterizzare l’abitazione grazie ai getti irregolari dei 21 corsi differenti in calcestruzzo, condotti nell’arco di 21 giorni complessivi. Grazie al contatto diretto con uno del duo di progettisti, ossia con l’Arch. Seung Teak Lee, si è potuto scendere nei dettagli, prendendo il terzo corso realizzato quale caso studio da esaminare brevemente. Ci viene rivelato che questi possiede un valore di abbassamento di 180 mm, una dimensione massima degli aggregati di 28 mm e una carica di pigmento impiegato pari a 1 box/m3. Le armature, sia di tipo verticale che orizzontale, sono state disposte all’interno dei getti, e posseggono un diametro pari a 13 mm. Sia le tipologie di calcestruzzi adoperati che le armature afferenti alla tecnica costruttiva adoperata, rispondono alla normativa in materia emanata dallo Stato sudcoreano.
Dunque, una soluzione a basso costo per gli edifici residenziali, volta anche allo studio di nuove valenze estetiche del calcestruzzo trattato a vista. Inoltre, il tempo impiegato nell’edificazione viene così apertamente dichiarato, proprio grazie alle riprese di getto successive che ne scandiscono i paramenti esterni. Una sorta di omaggio al fenomeno storicizzato della corrente architettonica del “Brutalismo”, in cui la geometria marcata e rettilinea degli edifici è caratterizzata da una superficie tattile la cui grana costitutiva è anche texture di facciata. Tale commistione determina, come nella primigenia corrente architettonica, un certo interesse visivo dato dall’incisività della plastica scultorea, ma che, a differenza del primo, trova in questa ostentata sobrietà un decorativismo che pare essere distante dall’umanesimo di stampo anti-borghese della sua ideologia primordiale. Perciò, in quest’ottica, l’opera pare smarcarsi dalla visione maggiormente integralista della “onestà del costruito” invocata dal Movimento, in cui l’estetica pare ora essere la risposta preponderante alla domanda posta dal critico inglese Reyner Banham su quale fosse l’essenza intima di tale corrente architettonica.

Crediti
Localizzazione: Icheon, Kyunggi, Corea del Sud;
Progetto architettonico: stpmj Architecture P.C. (Seung Teak Lee, Mi Jung Lim);
Progetto strutturale: Centum Structural Engineering;
Impresa edile: ON Architecture;
Pigmenti per calcestruzzo: Wooshin;
Serramenti: Inoutic;
Pavimentazioni: Eagon;
Budget: stimato 180.000 $.

Leggi anche: Calcestruzzo e temperatura: come le condizioni ambientali influenzano il getto

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Nuovi materiali al confine tra ingegneria, architettura ed arte: la Stratum House Ingegneri.info