Subito un progetto per le strutture temporanee | Ingegneri.info

Subito un progetto per le strutture temporanee

wpid-11084_palco.jpg
image_pdf

Oggi la legge non prevede l’obbligatorietà di un progetto per queste strutture ma la loro stabilità deve poter essere comunque garantita”. È questo il pensiero del presidente del Consiglio nazionale ingegneri (Cni), Armando Zambrano, in seguito al cedimento dell’impalcatura da supporto al concerto di Laura Pausini ragazzo che ha provocato la morte di un giovane operaio.

Il fatto è avvenuto a Reggio Calabria a pochi mesi da un altro incidente che si è verificato a Trieste durante i preparativi del concerto di Jovanotti. La situazione ha riproposto all’attenzione dell’opinione pubblica la questione dell’organizzazione dei grandi eventi musicali e la sicurezza del personale che vi lavora.

Tema di particolare rilevo soprattutto per quanto attiene alle impalcature definite temporanee: “Occorre al più presto predisporre un progetto anche per questo tipo di strutture – ha dichiarato Zambrano -. Non esiste infatti allo stato attuale una norma dedicata per tali tipologie di strutture temporanee che obblighi il deposito di un progetto, anche per quanto riguarda la sicurezza, agli organi di competenza territoriale. È tuttavia è necessario garantire, comunque e in ogni modo, la stabilità, delle strutture, pena il rischio di incidenti anche gravi e mortali”. 

Nel caso specifico di quanto avvenuto in Calabria, presumibilmente possono essere individuate alcune criticità da ritenersi fondamentali: “L’assenza di un progetto strutturale, in caso di diverso montaggio da quello assentito, oppure le modalità esecutive in fase di montaggio non effettuate in maniera corretta. Qui entrano in gioco i tempi e la compatibilità con le strutture ospitanti. Il rapidissimo montaggio-smontaggio di strutture imponenti e l’insufficienza di spazi operativi potrebbero indurre gli operatori addetti a non precedere in conformità a quanto prescritto per tali tipologie strutturali”.

Secondo il presidente del Cni, la tempistica e gli spazi dedicati dovrebbero essere commisurati ad assicurare sufficienti garanzie per gli addetti e magari coordinati da un tecnico della sicurezza. “La sicurezza dei lavori, che siano cantieri palchi o altro tipo di strutture, è da sempre al centro delle attenzioni degli ingegneri e – spiega ancora Zambrano – sono davvero numerosi i corsi di formazione che organizziamo per i nostri iscritti. Curare la formazione e insieme la sicurezza, rappresenta un elemento centrale del bagaglio di attività della categoria”.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Subito un progetto per le strutture temporanee Ingegneri.info