Terremoto, da Tolentino appello urgente per ingegneri, geometri e architetti | Ingegneri.info

Terremoto, da Tolentino appello urgente per ingegneri, geometri e architetti

L'appello urgente del Comune di Tolentino, tra i più devastati dalla scossa sismica magnitudo 6.5 del 30 ottobre 2016: "Manifestando la propria disponibilità si aiuta concretamente a superare questa prima fase di emergenza". Nell'area cittadina il 50% degli edifici è danneggiato

Immagine di Tolentino prima del terremoto
Immagine di Tolentino prima del terremoto
image_pdf

Con una nota pubblicata sul sito ufficiale dell’amministrazione, il Comune di Tolentino (Macerata) ha lanciato un “appello urgente” direttamente ai tecnici, ingegneri in primis, ma anche architetti e geometri. Il Comune di Tolentino è tra le cittadine maggiormente colpite dalla scossa sismica di domenica 30 ottobre 2016, magnitudo 6.5, la più forte dai tempi del terremoto in Irpinia del 1980. Un sisma che è andato a colpire, come è noto, un territorio già duramente provato dalla scossa del 24 agosto 2016 e in seguito dagli eventi sismici del 26 ottobre, gli ultimi dei quali non hanno lasciato vittime umane ma hanno dato il colpo di grazia a un edificato in condizioni disperate. Che include, oltre agli edifici privati, anche molti esempi di patrimonio artistico-culturale, oggi distrutti o gravemente danneggiati.

Di seguito, il testo dell’appello del Comune:

Appello urgente da parte del Comune di Tolentino. Si richiede la disponibilità possibilmente di ingegneri ma anche di architetti e geometri per effettuare i controlli negli edifici danneggiati dal sisma. Manifestando la propria disponibilità si aiuta concretamente a superare questa prima fase di emergenza.

I tecnici che vogliono mettersi a disposizione possono recarsi all’Ufficio Tecnico in via Roma, al primo piano della palazzina ex-caserma dei Carabinieri.

Si ringrazia per la collaborazione.

Cercasi ingegneri con urgenza, pertanto, ma anche architetti e geometri. Il Comune ha poi pubblicato in una nota ufficiale l’aggiornamento della situazione, certificando che sul territorio comunale della città (di popolazione di circa 20mila abitanti) risulta danneggiato circa il 50% degli edifici.

“Gli sfollati che hanno perso la propria abitazione sono circa 10.000. Di questi la maggior parte hanno trovato sistemazione in maniera autonoma attraverso seconde case, parenti, amici e altre soluzioni di fortuna, oltre 1.200 persone vengono ospitate nei sei punti di prima accoglienza. Circa 2.000 cittadini utilizzano il proprio camper o roulotte parcheggiati nelle varie aree attrezzate. Per quanto possibile sono stati installati diversi punti luce e allacci di acqua potabile. Da quanto riscontrato sono da sistemare circa 3.500 persone”.

Per avere informazioni sullo stato dell’emergenza a Tolentino, visitare il sito dell’amministrazione comunale. Per informazioni più ad ampio raggio su tutto il territorio colpito, resta permanentemente aggiornato il sito della Protezione Civile.

Leggi anche: Sisma Centro Italia, l’ing. Angeli: “Emergenza non vuol dire fretta”

Copyright © - Riproduzione riservata
Terremoto, da Tolentino appello urgente per ingegneri, geometri e architetti Ingegneri.info