Un ricordo di Piero Pozzati, luminare delle costruzioni | Ingegneri.info

Un ricordo di Piero Pozzati, luminare delle costruzioni

Nei giorni scorsi è scomparso Piero Pozzati, professore emerito dell'Università di Bologna e autore di una fondamentale "Teoria e tecnica delle costruzioni". Il ricordo dell'ing. Fausto Giovannardi

pozzati_cover-utet
image_pdf

Un ricordo di Piero Pozzati

Quando giovanissimo ingegnere, scoprii “Teoria e Tecnica della costruzioni” di Piero Pozzati, mi resi conto che dovevo ripartire da capo. Anni ed anni di formule trovavano una spiegazione semplice ed evidente in un testo la cui lettura affascina ancora. Molti anni dopo, quando l’ho conosciuto, ho ritrovato conferma della straordinarietà di questa persona nel riportare le cose complicate a concetti semplici e nel ricercare la vera essenza delle cose che contano.
Nell’ultimo periodo della sua vita all’azione si è sostituita la riflessione sui grandi temi del nostro tempo ed in particolare sulla responsabilità dei tecnici, da lui manifestata in occasione di vari incontri e manifestazioni. Più privatamente ne parla in una lettera che mi ha scritto con la mano tremolante dagli anni, nel novembre del 2007.

Con piacere ho appreso che ha seguito con interesse alcune mie riflessioni sull’etica nella professione d’ingegnere, e che si è quindi dedicato alla ricerca delle nostre radici nell’ingegneria strutturale, ricordando le dure lotte sostenute da grandi progettisti del passato che, non disposti a seguire passivamente i conformismi del loro tempo, si sono spesso addossati enormi responsabilità. La responsabilità: un tema d’importanza centrale per noi ingegneri; ma oggi giorno in generale per tutta la tecnica che, con la sua attuale potenza, condiziona fortemente la qualità della vita delle generazioni future. Ho desiderato occuparmene con un caro collaboratore, in un volumetto (intitolato per l’appunto “ verso la cultura della responsabilità: ambiente, tecnica, etica) concepito e scritto in una fase della mia vita in cui sarebbe invece opportuno deporre la penna…

Fu in occasione di una delle numerose conversazioni sui grandi dell’ingegneria, ed in particolare di Gustavo Colonnetti, che volle interessarmi alla figura di Odone Belluzzi, suo indimenticato maestro. Dai suoi appassionati ricordi è nata la voce che compare oggi su Wikipedia.

Chi era Piero Pozzati, Bologna (1922-2015)
Laureato in ingegneria civile nel 1945 con il massimo dei voti e con lode, diviene subito assistente presso l’Istituto di Scienza delle Costruzioni con Odone Belluzzi. Nel 1949 consegue la libera docenza in Scienza delle Costruzioni e nello stesso anno assume l’incarico di professore di Costruzioni in Legno, Ferro e Cemento Armato. Nel 1954 vince il concorso alla cattedra di Tecnica delle Costruzioni presso il Politecnico di Torino, e l’anno dopo ottiene il trasferimento a Bologna per la stessa cattedra, dove nel seguito diviene anche Direttore dell’Istituto di Tecnica delle Costruzioni.
Dal 1977 esce per la UTET “Teoria e tecnica delle strutture”, in 4 volumi.
Nel 1977 è nominato “Benemerito della Scuola, della Cultura e dell’Arte” dal Ministero della Pubblica Istruzione, nel 1981 Accademico Benedettino della Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna.
Progettista di strutture, è stato membro di Commissioni CNR per le normative sulle costruzioni.
Nel 1992 lascia l’insegnamento per limiti d’età. Dal novembre 1992 al gennaio 1995 ha ricoperto l’incarico di Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.
Nel 1995 è nominato Accademico corrispondente della “Academia Nacional de Ingeniería” dell’Argentina.
Nel 1997 è nominato Professore Emerito di Tecnica delle costruzioni nell’Università di Bologna.
Nel 2009 l’AICAP gli assegna la Medaglia di Socio Onorario.
Nell’ultimo periodo della sua vita si è interessato al tema dell’ambiente e delle sue correlazioni con la riflessione etica contemporanea e con la tecnica in generale. Nel 2007 queste riflessioni vengono raccolte nel libro “ verso la cultura della responsabilità: ambiente, tecnica, etica” edizione Ambiente, scritto con Felice Palmeri.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Un ricordo di Piero Pozzati, luminare delle costruzioni Ingegneri.info