Una stazione di ricerca per l'Antartide | Ingegneri.info

Una stazione di ricerca per l’Antartide

wpid-10805_home.jpg
image_pdf

Progettare e costruire una stazione di ricerca per l’Antartide, a Larsemann Hills, sul bordo settentrionale del continente. Questa la sfida che si è presentata agli ingegneri della società Ims e agli architetti dello studio Bof di Amburgo che hanno dovuto pensare a una struttura in grado di resistere a condizioni meteorologiche estreme e al trasporto via nave dalla Germania.

Da questi presupposti si è evoluto il progetto della South Polar Research Station Bharati, che è stata concepita come un grande cassone prefabbricato con facciata in alluminio per resistere alle deformazioni termiche e meccaniche causate da tempeste di neve, forti venti e temperature di almeno 40 gradi sotto lo zero.

La facciata della stazione di ricerca presenta anche un’ampia porzione vetrata, realizzata utilizzando un sistema costituito da pannelli in alluminio ad elevato isolamento termico ed elementi in vetro a triplo isolamento, il tutto posizionato con un inclinazione fino a 15 gradi alle estremità.

La struttura, che pesa circa 1.000 tonnellate e ha una superficie di 2.000 metri quadrati, doveva essere progettata anche in modo da consentire il montaggio e lo smontaggio durante il test effettuato in Germania, prima della partenza per l’Antartide. L’assemblaggio finale, infatti, avviene durante il viaggio.

La struttura, contenuta in 134 container, è stato trasportata via nave da Anversa a Città del Capo. Da qui, altri 50 cassoni di materiali e apparecchiature per la costruzione e i 50 membri del team di assemblaggio sono saliti a bordo. La distanza da Città del Capo alla destinazione finale di Larsemann Hills è di circa 5.200 chilometri.

Dal momento che il periodo disponibile per il montaggio presso il sito di destinazione è limitato all’estate antartica, ossia più o meno al mese di marzo, tutte le parti necessarie devono essere disponibili e tutte le fasi di montaggio devono procedere regolarmente.

Resta da vedere, quindi, se questo “capolavoro della logistica” potrà essere completato con successo. Nel frattempo, la costruzione della stazione di ricerca Bharati ha avuto inizio. Il completamento è previsto per marzo-aprile e, da quel momento, circa 25 ricercatori indiani inizieranno a inizieranno a vivere e lavorare nella struttura.

O.O.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Una stazione di ricerca per l’Antartide Ingegneri.info