Una tecnologia all'altezza delle grandi opere | Ingegneri.info

Una tecnologia all’altezza delle grandi opere

wpid-237_unatecnologiaallaltezzadellegrandiopere.jpg
image_pdf

Come in Italia la normativa sugli edifici multipiano in legno ha dato il via a una nuova fase per il residenziale e il social housing. 

Da un anno la modifica della legge n. 380 con il nuovo decreto dell’articolo 45, introduce  la possibilità in Italia di costruire edifici in legno superiori ai 3 piani senza l’obbligo del nullaosta del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, che era un iter burocratico assai complesso da portare avanti e soprattutto da ottenere.

Questa novità apre la strada anche in Italia alla realizzazione di opere private e pubbliche di grandezza tale da interessare anche i grandi centri urbani delle città più popolate, come ad esempio Roma e Milano, dove ovviamente è necessario progettare e costruire in altezza per sfruttare al meglio la scarsità di superficie edificabile. La disponibilità di materiali e collegamenti sufficientemente performanti rende quindi possibile la costruzione in legno di edifici

che raggiungono tranquillamente i 10 piani di altezza, ed in via teorica le stesse tecnologie consentirebbero addirittura di arrivare fino ai 25/30 piani.

La tecnologia per costruire strutture in legno multipiano in realtà già c’è da diverso tempo, tanto che esempi di questo genere in altri Paesi del mondo non mancano, dagli Stati Uniti al Giappone, ma anche in Europa negli ultimi anni ci sono stati notevoli esempi di costruzioni in legno che hanno abbinato le capacità di garantire ottime prestazioni in termini di risparmio energetico, biocompatibilità e sicurezza con l’altezza, come a Londra dove nel quartiere dell’East End è sorto Stadthaus, un edificio residenziale completamente in legno di nove piani composto da 29 appartamenti, o ancora in Germania dove a Berlino l’edificio E3 raggiunge i sette piani.

Quello che la nuova legge consente è anche un reale sviluppo di ogni tipologia edilizia in legno, destinata sia ad un uso pubblico quali uffici, scuole, sia ad un uso residenziale,

ed in questo senso la nuova legislazione potrebbe rappresentare la strada giusta per un nuovo sviluppo del social housing, settore ancora poco valorizzato in Italia, che potrebbe conoscere finalmente un punto di svolta proprio grazie alle moderne tecnologie di prefabbricazione in legno, che rendono operazioni di questo tipo molto più vantaggiose grazie alle caratteristiche di efficienza energetica e all’estrema velocità costruttiva. In questo senso, si pensi che lo Stadthaus a Londra è stato finito in soli 5 mesi.

Esempi analoghi esistono già anche in Italia, dove alcuni aziende affiliate a Lignius, Associazione nazionale italiana per le case prefabbricate in legno, stanno già costruendo edifici per il social housing: come a Verbania dove sta per essere completato un palazzo di 5 piani per 15 famiglie, e

a Trieste, dove sta sorgendo il progetto Panorama Giustinelli, una struttura di 6 piani. Nella progettazione e realizzazione di strutture in legno all’avanguardia quindi anche in Italia si sta dimostrando quanto le  aziende di prefabbricazione in legno siano competenti sulle grandi opere di ingegneria, come è giusto definire edifici multipiano che superano i 7/8 livelli.

Un chiaro esempio è il nuovo quartiere residenziale in corso di realizzazione a Milano. Il cantiere dell’eco quartiere di Via Cenni a Milano, denominato “Cenni di Cambiamento” è di 17.000 metri quadri e prevede la realizzazione

di 124 alloggi in legno certificati in classe energetica A, distribuiti in quattro edifici di nove piani ciascuno. L’intervento, ha una duplice finalità: lancia definitivamente il concetto che è possibile costruire edifici residenziali per il social housing che siano sostenibili dal punto di vista economico ed ambientale, e al contempo dimostra quanto le tecnologie in legno siano affidabili dal punto di vista statico, di sicurezza sismica e dal punto di vista architettonico anche per grandi opere.

 

 

L’articolo è tratto dal Lignius Magazine, il periodico ufficiale di Lignius, associazione nazionale italiana per le case prefabbricate in legno.

Copyright © - Riproduzione riservata
Una tecnologia all’altezza delle grandi opere Ingegneri.info