Venezia si aggiudica le Olimpiadi dei ponti e delle infrastrutture | Ingegneri.info

Venezia si aggiudica le Olimpiadi dei ponti e delle infrastrutture

wpid-5004_cala.jpg
image_pdf

La “Città dell’Acqua, dei Ponti e dei Canali” è stata scelta dall’International Association for Bridge and Structural Engineering (IABSE) per svolgere in Italia il suo prossimo Congresso annuale, considerato il più importante appuntamento mondiale dedicato al mondo dell’architettura e dell’ingegneria strutturale.
A queste vere e proprie “Olimpiadi dei ponti e delle infrastrutture”, parteciperanno circa 800 specialisti tra ingegneri strutturali, architetti, designer, appaltatori, ricercatori, developer tra i più noti e stimati di tutto il mondo per discutere lo stato dell’arte dell’industria edile e le sue tecnologie più all’avanguardia, oltre che le loro applicazioni attuali e future. 

Il Simposio IABSE si svolgerà al Lido di Venezia dal 22 al 24 Settembre 2010 e avrà per tema: “Grandi strutture ed infrastrutture per aree urbanizzate nel rispetto dell’ambiente”. Si tratta di un appuntamento di grande respiro scientifico e di assoluto livello internazionale che giunge alla sua 34° edizione, organizzato dal Gruppo Nazionale Italiano IABSE, in collaborazione con le Università IUAV di Venezia, Milano e Trento, congiuntamente con Torino, Roma e Napoli e con il supporto del Consorzio Wylford di Milano.

Venezia è stata scelta per la sua tradizione pluricentenaria di ingegneria civile ed idraulica, nonché per le eccezionali abilità maturate nel preservare lo stato di perfetto funzionamento delle vie d’acqua, dei monumenti e delle strutture di particolare valore tecnico ed artistico. La storia e l’attuale status di città universitaria ne testimoniano il carattere di culla universale di cultura. Le università Ca’ Foscari e IUAV, la prima rinomata per le sue facoltà di economia e lingue e la seconda – una delle scuole di Architettura più famose del mondo – sono fonte di orgoglio per la città.

L’Università IUAV vanta una scuola di ponti e strutture speciali che ha pochi rivali sulla scena internazionale ed anche recentemente ha ospitato congressi di fama internazionale su importanti argomenti riguardanti ingegneria civile ed architettura. E con i suoi 450 ponti, la “Serenissima” è la capitale indiscussa di questo particolare tipo di struttura. Tra i suoi più famosi capolavori: il Ponte di Rialto, il Ponte Accademia, il Ponte Scalzi ed il recente Ponte della Costituzione.
Venezia è stata perciò considerata dal comitato internazionale di IABSE come la sede ideale per un appuntamento professionale e accademico che si articolerà in 3 giornate di studio e dibattito e che si occuperà di tutti gli aspetti rilevanti delle molte sfide che l’Ingegneria Civile deve affrontare oggi.

“Essere scelti da IABSE per ospitare il più importante evento mondiale del settore è motivo di orgoglio e soddisfazione. La manifestazione mancava dal nostro paese da trent’anni. Il fatto che torni in Italia in questo momento non è casuale, ma premia l’impegno costante nel processo di modernizzazione delle principali opere ingegneristiche ed architettoniche attuato nel nostro paese”, spiega il Prof. Enzo Siviero, Presidente del Comitato Organizzativo IABSE e Ordinario di Ponti allo IUAV – Facoltà di Architettura di Venezia.

 “Negli ultimi anni ad esempio, Venezia ha affrontato la sfida straordinaria di proteggere la città dalle inondazioni, grazie al sistema di paratie mobili chiamato MOSE, in fase di ultimazione. E poi la recente ultimazione del Bypass di Mestre, parte del Corridoio 5 che collegata l’est e l’ovest dell’Europa, estendendosi da Kiev a Lisbona; o la realizzazione dei ponti dell’Alta Velocità; a livello nazionale, il Ponte di Messina è un simbolo di questa spinta positiva e potrebbe trasformare la crescita sociale ed economica in Calabria e Sicilia, creando una nuova metropoli diffusa attraverso lo Stretto tra Reggio Calabria e Messina. Per non parlare della ricostruzione de L’Aquila e di altre opere di grande interesse e complessità che verranno analizzate a Venezia nel corso del Simposio IABSE”.

 “Siamo perciò fiduciosi – conclude Siviero – che il Simposio di Venezia sarà un importante evento che contribuirà a promuovere l’ingegneria scientifica ad altissimi livelli, facendo conoscere ad un pubblico molto qualificato le eccellenze della ricerca tecnologica ed architettonica italiana”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Venezia si aggiudica le Olimpiadi dei ponti e delle infrastrutture Ingegneri.info