Cavalcavia Bussa: il vincitore del concorso per la riqualificazione e' Guardami | Ingegneri.info

Cavalcavia Bussa: il vincitore del concorso per la riqualificazione e’ Guardami

wpid-24816_cavalcaviabussa.jpg
image_pdf

Il concorso internazionale per la riqualificazione del Cavalcavia Bussa a Milano, in zona Isola-Garibaldi, ha un vincitore: è il progetto “Guardami”, realizzato da un team guidato da Eliana Saracino, nata nel 1980, e composto da 6 progettisti e due consulenti. Il progetto segna un precedente importante all’interno del nuovo percorso urbanistico che sta cercando di tracciare l’amministrazione comunale: si tratta infatti di un concorso-pilota ‘partecipato’, messo a punto attraverso una collaborazione tra Ordine degli architetti di Milano e Ordine degli ingegneri di Milano, e realizzato raccogliendo il contributo diretto della cittadinanza sia in fase di progettazione che di sviluppo dell’opera. Un’iniziativa pilota che il Comune sta cercando di estendere anche ad altre tipologie di immobili da riqualificare, che si affianca a quella di poche settimane fa riguardante il nuovo Centro civico, sempre collocato nella zona di Isola-Garibaldi.

Valeria Bottelli, presidente dell’Ordine degli architetti di Milano, spiega:

“La procedura ha permesso di valutare proposte progettuali ricchissime, interessanti e innovative dall’Italia e dall’estero Anche queste sono novità di respiro europeo previste dalla procedura e sinora inedite per l’Italia. La collaborazione tra Ordine degli architetti, Ordine degli ingegneri e Comune ha portato alla creazione di un modello concorsuale a prova di errori, per di più accompagnato da uno strumento informatico – la piattaforma Concorrimi – già pronto per affrontare le sfide proposte a livello nazionale sui temi della digitalizzazione, dei concorsi, dei nuovi codici, della trasparenza”.

La planimetria del progetto vincitore “Guardami”

Al progetto vincitore va un premio da 36mila euro, mentre al secondo e al terzo classificati un rimborso spese da 3mila euro ciascuno. Rimborsi anche agli altri 7 concorrenti, pari 1.500 euro. Il costo massimo dell’intervento è fissato nell’importo di 5,5 milioni di euro, mentre il costo massimo di realizzazione delle opere da progettare è di 3,5 milioni di euro.

Il progetto vincitore “Guardami”

Il Cavalcavia Bussa oggi

Esteso su un’area di 8.400 mq, lungo 240 metri e largo 35 metri, il cavalcavia Bussa è un’opera realizzata nel 1961 per legare due quartieri di Milano, l’area di corso Como e il quartiere Isola, attraverso la rete di collegamenti tra via Quadrio e via D’Azeglio con via Pepe, via Borsieri e via De Castillia.

La sfida che rendeva il concorso singolare era riguarda il fatto che il luOgo da riqualificare è attualmente un parcheggio e transito, a cui manca una reale identità e che presenta difficoltà sul piano della sicurezza. Obiettivo del bando era raccogliere le esigenze espresse dai cittadini dell’Isola rielaborandone in un’idea progettuale che garantisse accessibilità, fruizione e recupero.

Da qui la scelta di eliminare parcheggi e transito auto, trasformando il cavalcavia Bussa in una ‘piazza’ – luogo sociale.

Il progetto vincitore ha voluto attribuire “un’identità e riconoscibilità forte al luogo, attualmente sospeso, senza confini e senza attrattiva, attraverso la realizzazione di

un’“architettura” leggera, permeabile e comunicativa, evocativa della memoria industriale e coerente con la storia del contesto urbano. Il progetto si preoccupa di portare nuove funzioni che si affacciano sia sul luogo, che sul paesaggio urbano, a loro volta visibili, attraverso una struttura capace con la propria vitalità di generare e consolidare nuove relazioni”.

Tra gli aspetti che hanno maggiormente colpito nella valutazione finale, la scelta di creare una piazza urbana sulla testata sud in prossimità della scuola materna, e uno spazio pubblico davanti alle abitazioni esistenti nella testata nord, integrando l’area attualmente adibita a parcheggio.

Copyright © - Riproduzione riservata
Cavalcavia Bussa: il vincitore del concorso per la riqualificazione e’ Guardami Ingegneri.info