Il Decreto Terremoto 2016 approvato dal CdM: tutte le misure | Ingegneri.info

Il Decreto Terremoto 2016 approvato dal CdM: tutte le misure

Contributi la ricostruzione di prime e seconde case e prestiti agevolati alle imprese tra le misure principali del decreto legge post terremoto 2016, approvato dal Consiglio dei Ministri

amatrice_earthquake
image_pdf

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto legge recante “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016”. L’atteso provvedimento, connesso ai tragici eventi sismici del 24 agosto 2016, stanzia 200 milioni e ulteriori misure per un totale di 300 milioni di euro. Le risorse complessive per la ricostruzione sono già previste dalla legge di bilancio e si aggirano sui 3,5 miliardi di euro per edifici privati e un miliardo per edifici pubblici.

Il Commissario straordinario sarà affiancato dai Presidenti delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria come Vice Commissari e da quattro Uffici speciali regionali per la ricostruzione.

Ricostruzione di prime e seconde case

Un contributo pari al 100% del valore dell’intervento sarà erogato nei 60 Comuni del cratere del sisma, indicati dal decreto, per la ricostruzione non solo delle prime ma anche delle seconde case, come avevano sollecitato i sindaci e le comunità locali. L’entità del contributo sarà calcolata in base al valore dell’intervento di ricostruzione, tenendo conto della superficie dell’immobile danneggiato o distrutto, del suo valore al metro quadro e dei costi per la progettazione dell’intervento di ripristino.
Per le abitazioni in aree esterne al cratere del terremoto, il risarcimento dei danni sarà concesso solo se i danni possono essere ricondotti all’evento catastrofico del 24 agosto scorso. In queste aree, le seconde case potranno avere un contributo pari al 50% del valore dell’intervento.

Approfondimento: Adeguamento, miglioramento o intervento locale? Usiamo i termini in modo corretto

Contributi alle imprese

Le piccole e medie imprese (Pmi) potranno richiedere prestiti agevolati per riprendere la loro attività fino a 30mila euro da rimborsare in dieci anni. Per far partire una nuova impresa, si potrà chiedere fino a 600mila euro da rimborsare in otto anni con tre anni di preammortamento. L’Inail metterà inoltre a disposizione 30 milioni di euro per la messa in sicurezza degli immobili produttivi.
La cassa integrazione in deroga sarà applicata ai lavoratori di imprese coinvolte nel sisma. Chi documenterà l’impossibilità di pagare imposte e tasse a causa del terremoto, beneficerà di un rinvio.

Appalti

Non sono previste deroghe alle norme sul subappalto, il limite del 30% previsto dal Codice Appalti (D.lgs. n. 50/2016) dovrà essere rispettato. Le gare avranno la supervisione dell’Anac e saranno gestite da una centrale unica di committenza.
Sarà costituito un elenco dei progettisti disponibili ad assumere incarichi inerenti alla ricostruzione, iscritti agli Ordini e Collegi di competenza, in regola con il Durc e in possesso di adeguati livelli di affidabilità e professionalità. Chi assumerà l’incarico di direttore dei lavori, negli ultimi tre anni non dovrà avere avuto rapporti diretti con l’impresa affidataria dei lavori di riparazione. Le imprese dovranno essere inserite in una anagrafe unica antimafia.

Gestione materiali

Per la gestione delle terre e rocce da scavo, fino alla cessazione dello stato di emergenza, nei territori colpiti dal sisma non si applicherà il Dm n. 161/2012. Le macerie degli edifici crollati o pericolanti sono considerati rifiuti urbani e destinati ai competenti centri di raccolta. La presenza di amianto dovrà essere segnalata per procedere alla bonifica delle aree interessate. Il Mibact gestirà il recupero separato e il riutilizzo dei resti di interesse storico, artistico e architettonico o rappresentative della cultura locale.

Leggi la nostra storia delle ricostruzioni post sisma in Italia.
1. Introduzione
2. Messina 1908. La città che visse due volte
3. Belice 1968
4. Friuli 1976
5. Irpinia 1980
6. Umbria-Marche 1997
7. Puglia-Molise 2002
8. Pianura Padana 2012

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Il Decreto Terremoto 2016 approvato dal CdM: tutte le misure Ingegneri.info