Nasce l'Osservatorio nazionale sulle smart cities | Ingegneri.info

Nasce l’Osservatorio nazionale sulle smart cities

wpid-11296_sc.jpg

L’associazione dei Comuni Italiani lancia l’Osservatorio nazionale sulle smart cities, concepito quale strumento di produzione di conoscenza aperto ai contributi del mondo istituzionale e della ricerca. Le smart cities rappresentano un modello per passare da città tradizionali a città digitali, interattive e fornire servizi sempre più avanzati e in questo senso riveste un ruolo fondamentale la partnership tra pubblico e privato.

“Nella sua azione di supporto ai Comuni sui temi dell’innovazione e della sostenibilità urbana – afferma il presidente Graziano Delrio – l’Anci ha assunto la cornice di sviluppo delle smart cities definita a livello europeo quale modello di riferimento da replicare e adattare alla realtà italiana. Per muoversi in quest’ottica è necessario agire in direzione di una forte collaborazione fra autorità di governo nazionali e locali, mondo della ricerca, dell’impresa e della società civile”.

L’iniziativa prosegue l’impegno dell’Anci sul fronte dello sviluppo delle ‘città intelligenti’, annunciato durante un convegno nel febbraio scorso. Nella stessa occasione, il Ministro dell’Istruzione Francesco Profumo ha dichiarato l’intenzione del Governo di investire 1 miliardo di euro per il progetto “Smart City & Communities”. Uno stanziamento da mettere a disposizione di due bandi per progetti pilota nella ricerca: il primo prevede l’investimento di 260 milioni di euro e riguarda le regioni del Mezzogiorno, la Sardegna, l’Abruzzo e il Molise, per creare start up di progetti pilota per la ricerca industriale; il secondo bando interesserà invece le regioni centro-settentrionali e prevede un’iniezione di 700 milioni di euro.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata