Termoli: via libera alla costruzione del quartiere "eco" | Ingegneri.info

Termoli: via libera alla costruzione del quartiere “eco”

wpid-10353_gallerybigimages.jpg
image_pdf

Tutto pronto per il mega progetto di edilizia residenziale – meglio noto come lottizzazione Andreoli, dal cognome del proprietario dei terreni, approvato dal Consiglio regionale a metà dello scorso marzo.
Un progetto che occuperà 86mila metri quadri di terreno dove sorgeranno palazzine eco, con finiture di lusso e giardini. Il progetto della Pro.Ge. Co. srl, società di San Severo che fa capo agli imprenditori Pietrosino ed è noto come Parco Tornarolil.

Un progetto che però, da tempo, è accompagnato da polemiche perché, sebbene l’intento sia  quello di realizzare un nuovo agglomerato urbano, all’insegna dell’ecosostenibilità, per farlo saranno abbattute decine di ulivi, che si trovano nell’area per il momento tappezzata di alberi e di vegetazione spontanea.

L’area prevede l’edificazione di ben 19 palazzine, con all’interno 300 alloggi di classe A. Sugli 86mila metri quadri la parte destinata al complesso residenziale si estende per circa 56mila metri quadri, suddivisi in lotti di quattro piani, con tipologie variabili, che vanno da un massimo di 110 metri quadri a un minimo di 45 metri quadri. La superficie edificabile svilupperà una volumetria complessiva di 168.600 mc, divisa tra residenziale e commerciale. Per quest’ultima classe sono previsti 4 stabili, nella parte nord. L’insediamento avrà quindi funzioni miste, e oltre alle diciannove palazzine sarà realizzato un complesso di villette a schiera di due piani di altezza. E sarà caratterizzato da una successione di spazi pubblici, zone pedonali e ciclabili e di aree attrezzate a verde.

Per le strutture saranno utilizzati materiali non tossici e i complessi condominiali saranno dotati di un impianto fotovoltaico, con un sistema di scambio sul posto collegato alla rete elettrica nazionale, cioè produrranno energia durante il giorno che sarà immessa nel sistema dell’Enel, e sarà ceduta ai condomini di Parco Tornola durante la notte o in caso di necessità. I progettisti hanno pensato anche al recupero delle acque piovane, attraverso un sistema all’avanguardia. Per la differenziata sono previste già delle isole ecologiche sul fronte strada, schermate in parte da elementi di verde.

E’ prevista poi, come elemento portante del progetto urbanistico, la realizzazione di un parco urbano di 6mila metri quadri, sul lato ovest, che oltre a fungere da spazio di socializzazione, servirà ad attutire il rumore del traffico veicolare, come barriera acustica, data la vicinanza del complesso residenziale all’autostrada A14.

A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
Termoli: via libera alla costruzione del quartiere “eco” Ingegneri.info