Ingegneri.info - Ingegneri.info | Ingegneri.info

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 14 febbraio 2003: Di...

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 14 febbraio 2003: Dichiarazione dello stato di emergenza in relazione all'attivita' di smaltimento dei rifiuti radioattivi dislocati nelle regioni Lazio, Campania, Emilia-Romagna, Basilicata e Piemonte, in condizioni di massima sicurezza. (GU n. 59 del 12-3-2003)

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 14 febbraio 2003

Dichiarazione dello stato di emergenza in relazione all’attivita’ di
smaltimento dei rifiuti radioattivi dislocati nelle regioni Lazio,
Campania, Emilia-Romagna, Basilicata e Piemonte, in condizioni di
massima sicurezza.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto l’art. 5, comma 1, della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2002, n. 401;
Considerata l’ineludibile esigenza di assumere iniziative
straordinarie ed urgenti volte a realizzare lo smaltimento dei
rifiuti radioattivi dislocati nelle centrali nucleari presenti sul
territorio delle regioni Lazio, Campania, Emilia Romagna, Basilicata
e Piemonte in condizioni di massima sicurezza;
Ritenuto che l’attuale contesto di rischio derivante dalla presenza
sul territorio di tali rifiuti radioattivi e’ caratterizzato da
profili di maggiore gravita’ in relazione alla situazione di diffusa
crisi internazionale;
Ritenuto altresi’ che i recenti eventi alluvionali hanno comportato
la sopravvenuta inadeguatezza di talune strutture destinate alla
conservazione in condizioni di sicurezza di detti rifiuti
radioattivi, con conseguente aumento del rischio per la pubblica e
privata incolumita’;
Considerato che la valenza degli interessi pubblici coinvolti rende
indispensabile provvedere alla concentrazione in un unico centro
decisionale dei poteri finalizzati al conseguimento dell’obiettivo
della messa in sicurezza degli impianti a rischio, con la
conservazione e lo stoccaggio di tale tipologia di rifiuti in
condizioni idonee a salvaguardare la salute della collettivita’;
Ritenuto quindi che ricorrono, nella fattispecie i presupposti di
cui all’art. 5, comma 1, della citata legge n. 225/1992;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri adottata nella
riunione del 14 febbraio 2003;

Decreta:
Ai sensi e per gli effetti dell’art. 5, comma 1, della legge 24
febbraio 1992, n. 225, in considerazione di quanto espresso in
premessa, e’ dichiarato, fino al 31 dicembre 2003, lo stato di
emergenza nei territori citati in premessa in relazione all’attivita’
di smaltimento dei rifiuti radioattivi dislocati nelle centrali
nucleari presenti sul territorio delle regioni Lazio, Campania,
Emilia Romagna, Basilicata e Piemonte, in condizioni di massima
sicurezza.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 14 febbraio 2003
Il Presidente: Berlusconi

Ingegneri.info